Autostrade per l'Italia
Autostrade per l'Italia
AUTOSTRADE PER L’ITALIA, IL FUTURO DELLE COSTRUZIONI PUNTA SU TECH E INTELLIGENZA ARTIFICIALE. SI RAFFORZA LA PARTNERSHIP CON L’UNIVERSITÀ FEDERICO II E L’INTEGRAZIONE CON IL TERRITORIO: AL VIA LA III EDIZIONE DI “SIC ACADEMY”
cerca fino alla data

AUTOSTRADE PER L’ITALIA, IL FUTURO DELLE COSTRUZIONI PUNTA SU TECH E INTELLIGENZA ARTIFICIALE. SI RAFFORZA LA PARTNERSHIP CON L’UNIVERSITÀ FEDERICO II E L’INTEGRAZIONE CON IL TERRITORIO: AL VIA LA III EDIZIONE DI “SIC ACADEMY”


Al via percorsi di alta formazione di professionisti esperti nella filiera dell’engineering and construction, nell’impiego di droni, stampanti 3D per le costruzioni, satelliti e fibra ottica per il monitoraggio delle infrastrutture. 


Roma 26 Ottobre 2023 – Professionisti esperti nella filiera dell’engineering and construction, nell’impiego di droni, stampanti 3D per le costruzioni, satelliti e fibra ottica per il monitoraggio delle infrastrutture. Il Gruppo Autostrade per l’Italia prosegue il suo percorso verso l’innovazione e l’implementazione delle competenze per la mobilità del futuro, rafforzando ulteriormente la sinergia con l’Università della Federico II con l’avvio della III edizione della Smart Infrastructure and Construction Academy (SIC Academy). Quest’anno un importante elemento di novità: l’avvio di percorsi formativi specifici legati al mondo Engineering e Construction grazie al coinvolgimento di Amplia Infrastructures, società del Gruppo, leader in Italia nella realizzazione di infrastrutture complesse, e l’introduzione di moduli dedicati all’intelligenza artificiale e alle nuove tecnologie. I corsi dell’Academy sostengono la creazione di una filiera integrata fra grandi imprese ed eccellenze universitarie, che apre al mondo delle costruzioni e dell’ingegneria per preparare gli studenti alle professioni del futuro. Attraverso la realizzazione di una scuola dei mestieri per esperti di infrastrutture sostenibili, Aspi potrà assumere nuova forza lavoro capace di contribuire all’evoluzione degli asset autostradali nel segno della sicurezza, tecnologia e sostenibilità.

 

I nuovi percorsi formativi sono stati presentati in occasione dell’avvio della III edizione della SIC Academy, frutto della partnership tra la Federico II e le società Tecne e Amplia del Gruppo Aspi: l’iniziativa rientra nel progetto “Autostrade del Sapere”, l’ampia strategia di rete con i più importanti atenei nazionali con l’obiettivo di formare alti profili professionali per lo sviluppo, gestione e monitoraggio delle infrastrutture stradali e autostradali. 

 

Tra gli elementi di novità di questa III edizione vi è inoltre l’inizio di un percorso di collaborazione didattica tra le Academy già inserite e presenti nel territorio di Napoli, in particolare la Apple Academy e la Cisco Academy, sia attraverso esperienze didattiche che potranno svilupparsi nell’ambito della digitalizzazione delle infrastrutture e della sostenibilità e rigenerazione delle reti infrastrutturali sia nello sviluppo dei project work previsti dalla Sic Academy. 

 

Alla cerimonia hanno partecipato tra gli altri collegato da remoto Gaetano Manfredi, Sindaco di Napoli, Elisabetta Oliveri, Presidente di Autostrade per l’Italia, Roberto Tomasi, Amministratore Delegato di Autostrade per l’Italia, Ennio Cascetta, Presidente Tecne, il Direttore Human Capital Organization del Gruppo Aspi, Gian Luca Orefice e Andrea Prota, Direttore del Dipartimento di Strutture per l'Ingegneria e l'Architettura della Federico II e Coordinatore Didattico della SIC Academy.

 

La Sic Academy ha già formato e inserito in Aspi decine di nuovi ingegneri con competenze specializzate. Una risposta concreta ed efficace al problema dello shortage e dello skills mismatch, sul quale la società è fortemente impegnata a livello nazionale e sistemico. L’avvio dei corsi del nuovo anno accademico, che vedranno quest’anno la partecipazione di 36 studenti (18 giovani neolaureati e 18 dipendenti del Gruppo Aspi), è stata l’occasione per presentare le novità legate alle innovazioni tecnologiche del sistema infrastrutturale. 

 

Le professioni del futuro. Sia in ambito Engineering, sia in ambito Construction, è fondamentale una costante ricerca dei più innovativi approcci tecnologici che consentano ai professionisti del settore di rendere il loro lavoro più efficace e all’avanguardia. Per questo all’interno della Smart Infrastructure and Construction Academy saranno svolti moduli specifici incentrati sulla formazione dei professionisti nell’impiego di droni sia per le ispezioni, sia per la manutenzione; sull’utilizzo di stampanti 3D anche in ambito infrastrutturale (come a esempio la tecnica per la stampa in calcestruzzo); sull’impiego della fibra ottica per il monitoraggio di opere d’arte e quello delle infrastrutture da satellite. Lezioni strutturate che guardano alle innovazioni e al tech per dare agli esperti di gestione, monitoraggio delle infrastrutture e pianificazione delle attività tutti gli strumenti necessari per ottenere un miglioramento professionale e personale. Sono previste, inoltre, visite nei cantieri, come quelli della Tangenziale di Napoli, laboratorio a cielo aperto di sperimentazioni tech, per mostrare agli studenti le innovazioni impiegate nello sviluppo e monitoraggio delle opere viarie. 

 

“Il Piano di Trasformazione che il Gruppo sta portando avanti - afferma la Presidente di Autostrade per l’Italia, Elisabetta Oliveri - richiede necessariamente l’impiego di ingenti risorse e di professionisti preparati con competenze specializzate: con l’Academy il mondo universitario e le aziende fanno rete per contribuire alla formazione di professionisti esperti di infrastrutture sostenibili e in linea con l’evoluzione tecnologica. Una sinergia importante che si rinnova anche quest’anno e potenzia l’area construction con la partecipazione di Amplia, società leader nel settore. Mettiamo al centro le persone per sostenere la crescita e lo sviluppo della rete autostradale del nostro Paese”.

 

“Un progetto che unisce le energie delle imprese e delle eccellenze universitarie – dichiara Roberto Tomasi, Amministratore delegato di Autostrade per l’Italia - con l’obiettivo di formare i professionisti del futuro. Da una parte rafforziamo la partnership con la Federico II, dall’altra puntiamo all’impiego di nuove tecnologie in ambito infrastrutturale. Un modello virtuoso capace di portare benefici al futuro delle infrastrutture del Paese, grazie anche alle relazioni strette con altre Academy presenti sul territorio. Investiamo sull’intelligenza artificiale e sulla ingegneria delle costruzioni attraverso corsi specializzati e sempre più strutturati. La Sic Academy è espressione del nostro impegno, una strategia tesa a rendere la nostra rete sempre più moderna, innovativa e accogliente”. 

 

“L'avvio di un nuovo corso della SIC Accademy - afferma il Rettore Matteo Lorito - e lo straordinario risultato di placement ottenuto dopo anche questo percorso di alta formazione è la conferma che il modello accademy funziona molto bene. Ateneo aziende che lavorano insieme sulla formazione avanzata ciascuno, mettendo a disposizione, propri know e competenze è una formula vincente. L'obiettivo è dare sempre più opportunità ai ragazzi che scelgono di studiare alla Federico II”.
 
 
“Il percorso iniziato con Autostrade ormai due anni fa, prosegue e si articola in modo sempre più efficace - dichiara Andrea Prota, Direttore del Dipartimento di Strutture per l'Ingegneria e l'Architettura della Federico II e Coordinatore Didattico della SIC Academy – formiamo giovani risorse qualificate che possono ottenere un ingresso qualificato nel mondo del lavoro e che forniscono nuove energie per l’obiettivo di realizzare e conservare infrastrutture che siano sicure per i cittadini, anche con l'utilizzo di tecnologie digitali. In questo senso l'edizione che sta per partire incrementa il focus sugli aspetti organizzativi e tecnici della realizzazione degli interventi e avvia un percorso nuovo di contaminazione con altre Academy già attive nell'ecosistema dell'innovazione del Campus Federiciano di San Giovanni a Teduccio”.

 

Novità della III Edizione. Oltre all’apertura del mondo Construction, l’integrazione con altre Academy del territorio e il coinvolgimento di Amplia, i partecipanti hanno già sottoscritto un Patto di formazione e lavoro, che garantirà loro, un assegno di studio per tutta la durata del percorso formativo e, in caso di superamento del corso, una proposta di assunzione, all’interno delle società del Gruppo. 

Inoltre, i partecipanti saranno affiancati da un tutoraggio individuale ed esclusivo attuato da professionisti interni che parteciperanno attivamente al ciclo formativo anticipando fasi del percorso di on boarding 

È prevista, inoltre, una settimana di Induction a metà percorso per far conoscere agli studenti il Gruppo da vicino. Altro importante aspetto è legato alla sinergia con diverse realtà aziendali, in concreto la contaminazione con altre Academy già operative nel territorio, tramite docenze integrate e attraverso la condivisione di project work comuni. 

 

La Sic Academy si inserisce nel progetto Aspi “Autostrade del Sapere” che porta valore in vari ambiti come ricerca, sviluppo e attrazione dei talenti. Una rete di relazioni e partnership con le 17 principali Università italiane e centri di ricerca del Paese. 

 


SIC_Academy_Roberto_Tomasi.jpg Cs_AUTOSTRADE_PER_L_ITALIA_IL_FUTURO_DELLE_COSTRUZIONI_PUNTA_SU_TECH_E_INTELLIGENZA_ARTIFICIALE._SI_RAFFORZA_LA_PARTNERSHIP_CON_L_UNIVERSITA_FEDE.docx SIC_Academy_Foto_di_Gruppo.jpg
Go to top