Sicurezza / Il Tutor

Il Tutor

Autostrade per l’Italia è da sempre impegnata nel perseguire lo sviluppo tecnologico e il miglioramento degli standard di sicurezza.

Sviluppato da Autostrade per l'Italia, il Tutor ha contribuito ad aumentare la sicurezza per chi viaggia. Dopo il primo anno dall'installazione, sulle tratte coperte, il tasso di mortalità si è ridotto del 51%. Anche grazie al Tutor, ogni anno vengono salvate circa 300 vite umane.

Il Tutor è senza dubbio parte integrante del vissuto quotidiano degli automobilisti. Si tratta di un sistema innovativo per la rilevazione automatica della velocità dei veicoli e, negli anni, è diventato uno straordinario sistema preventivo capace di ridurre l'incidentalità. Sviluppato da Autostrade per l'Italia e omologato dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, il Tutor è stato progressivamente installato lungo tutte le tratte caratterizzate da tassi di mortalità superiori alla media fino a raggiungere un'estensione di circa 2.500 km di carreggiate di Autostrade per l'Italia e società controllate.

A inizio 2018 è stato completamente rivisto il meccanismo di funzionamento con l'attivazione di un nuovo sistema che ha sostituito il precedente ed è oggi attivo su circa 300 km di carreggiate di Autostrade per l'Italia e società controllate. Il suo meccanismo di funzionamento permette di rilevare l'eccesso della velocità calcolata tenendo conto del tempo impiegato dagli automobilisti per viaggiare su tratte delimitate da due portali Tutor posizionati indicativamente tra i 10 e 25 km tra loro (tuttavia su alcune tratte è possibile che si trovino a una distanza minore). Sulla base degli eccellenti risultati ottenuti in termini di sicurezza stradale, le Associazioni dei Consumatori hanno giudicato il Tutor un sistema molto più democratico ed equo dell'autovelox perché capace di punire i comportamenti sistematicamente pericolosi, incidendo e modificando le abitudini sbagliate perpetrate da chi guida. Da quando è stato installato infatti è stata registrata una diminuzione della velocità di picco (-25%) e della velocità media (-15%) tale da determinare una significativa diminuzione dell'incidentalità e delle conseguenze alle persone. Dopo il primo anno dall'installazione, infatti, il tasso di mortalità si è ridotto del 51% sulle tratte coperte, dato destinato a crescere negli anni. A oggi infatti il tasso di mortalità sull'intera rete si è ridotto del 70% circa anche grazie al contributo fondamentale del Tutor, un risultato che è al tempo stesso un traguardo e uno stimolo costante a proseguire con l'impegno preso nei confronti della sicurezza dei viaggiatori.

Il Tutor è interamente gestito dalla Polizia Stradale (per legge, rilevazione e sanzione delle infrazioni accertate possono essere effettuate solo da soggetti che ai sensi dell'art. 2 del Codice della Strada svolgono servizi di Polizia Stradale) che, non solo ne programma l'attività definendone le ore di accensione e i relativi parametri di funzionamento, ma accerta le infrazioni e ne emette i verbali con le relative sanzioni. Queste ultime vengono incassate direttamente dallo Stato e non vanno quindi in nessuna misura a beneficio di Autostrade per l'Italia.

IL TUTOR HA CAMBIATO I COMPORTAMENTI DI GUIDA DEI VIAGGIATORI

  • diminuendo la velocità di picco del 25%;
  • diminuendo la velocità media del 15%;
  • riducendo la mortalità del 51% già dopo il primo anno e contribuendo alla diminuzione del tasso del 70% rispetto al 1999.

COME FUNZIONA IL TUTOR?

  1. Il sensore del portale d'ingresso rileva la categoria del veicolo (automobile, moto, camion, pullman, etc.) e attiva le telecamere che scattano la fotografia, registrando data e ora di passaggio.
     
  2. Il sensore del portale successivo esegue le stesse operazioni di quello a monte, fotografando nuovamente il veicolo e registrando data e ora di passaggio.
     
  3. Un sistema centrale effettua gli abbinamenti tra i dati registrati dalle telecamere dei due portali, calcolando i tempi di percorrenza di ciascun veicolo. I dati dei veicoli i cui tempi di percorrenza non superano quelli consentiti nella tratta in esame vengono immediatamente eliminati.
     
  4. Per i veicoli in violazione, il sistema interroga in automatico gli archivi della Motorizzazione e gli archivi degli autonoleggi per risalire rispettivamente all'intestatario e al conducente del veicolo. Le violazioni sono poi accertate dalla Polizia Stradale e il sistema provvede alla compilazione e alla stampa del verbale, inoltrando in via informatica i dati per la procedura di notifica al trasgressore. Il funzionamento del Tutor è totalmente indipendente dalla presenza o meno di un Telepass a bordo del veicolo.
     

NON TUTTI SANNO CHE:

  1. Il Tutor funziona anche di notte, in caso di pioggia e in presenza di nebbia con visibilità ridotta.
  2. Quando in caso di pioggia il limite diminuisce a 110 km/h anche il limite del Tutor viene abbassato su decisione e a opera della Polizia Stradale.
  3. Il Tutor riesce a distinguere la tipologia del veicolo (automobili, automobili con rimorchio, moto, camion, autotreni, autobus). Il Tutor è anche in grado di rilevare la presenza di rimorchi connessi al veicolo e, conseguentemente, associare il limite di velocità corrispondente.
  4. Le telecamere sono in grado di rilevare anche i veicoli che viaggiano in corsia di emergenza.
  5. La presenza del Tutor è sempre segnalata da appositi cartelli verdi installati in avvicinamento e sotto i portali. Il suo funzionamento è invece indipendente dalla pubblicazione del relativo messaggio sui pannelli luminosi.
  6. Le sanzioni sono emesse e incassate direttamente dallo Stato e non vanno quindi, in nessuna misura, a beneficio di Autostrade per l'Italia.
  7. Il funzionamento del Tutor è indipendente dalla traiettoria seguita dal veicolo nel momento del transito sotto i portali. Il Tutor è in grado di rilevare correttamente anche i veicoli che transitano in diagonale o a cavallo delle corsie.
  8. La presenza del Telepass in auto non incide sul funzionamento del sistema di controllo. Il Tutor, infatti, rileva il veicolo e procede alla notifica del verbale a tutti coloro che superano i limiti di velocità consentiti, anche se non se non possiedono un Telepass. L'eventuale segnale acustico emesso dal Telepass al passaggio sotto i portali dove è installato il Tutor è dovuto alla presenza sullo stesso portale del sistema per il rilevamento dei tempi di percorrenza basati sui transiti Telepass e indica che le batterie dell'apparecchio sono vicine all'esaurimento.
  9. Il sistema di controllo memorizza i dati dei veicoli ma solo ai fini della verifica dell'infrazione: i dati dei veicoli che infrangono i limiti infatti vengono utilizzati per la notifica del verbale mentre i dati relativi ai veicoli la cui velocità non supera quella consentita vengono automaticamente eliminati. Il sistema opera nell'assoluto rispetto delle norme sulla privacy e non consente funzionalità diverse da quelle per il controllo della velocità per cui è stato progettato e omologato.

TRATTE AUTOSTRADALI CON SISTEMA TUTOR

  Autostrada Inizio tratta Km Fine tratta Km
A1 Milano-Napoli Badia Dir. Sud (Direttissima)
Modena Sud Dir. Sud
All Rac Roma Sud A1 Sud Dir. Sud
San Vittore Dir. Sud
19,0
169,05
579,75
675,9
Firenzuola Dir. Sud (Direttissima)
All A14 A1 N Dir. Sud
Colleferro Dir. Sud
Caianello Dir. Sud
27,65
186,83
589,17
696,7
A1 Napoli-Milano San Vittore Dir. Nord
Colleferro Dir. Nord
All Rac RM-N A1 Dir. Nord
Ponzano Romano Dir. Nord
Modena Sud Dir. Nord
Reggio Emilia Dir. Nord
Firenzuola Dir. Nord (Direttissima)
680,5
596
529,1
517,55
172,03
139,2
27,62
Pontecorvo Dir. Nord
Valmontone Dir. Nord
Ponzano Romano Dir. Nord
Orte Dir. Nord
Modena Nord Dir. Nord
Parma Dir. Nord
Badia Dir. Nord (Direttissima)
661,7
589,2
517,55
493,9
158,53
113,2
18,89
A4 Brescia-Milano Dalmine Dir. Ovest 168,90 Cavenago Dir. Ovest 151,50
A7 Genova-Serravalle Busalla Dir. Nord 114,14 Isola del Cantone Dir. Nord 104,8
A8 Milano-Varese Castellanza Dir. Nord 17,0 Busto Arsizio Dir. Nord 20,80
A10 Savona-Genova Albisola Dir. Est 38,7 Celle Ligure Dir. Est 33,89
A10 Genova-Savona Celle Ligure Dir. Ovest 31,59 Albisola Dir. Ovest 36,05
A13 Padova-Bologna Ferrara Nord 42,4 Altedo Dir. Sud 21,10
A13 Bologna-Padova Bologna Interporto Dir. Nord 6,5 Ferrara Sud Dir. Nord 32,3
A14 Bologna-Taranto Castel San Pietro Dir. Sud
Faenza Dir. Sud
Cesena Dir. Sud
35,9
63
98,2
Imola Dir. Sud
Forlì Dir. Sud
Rimini Nord Dir. Sud
49
80,3
115,8
A14 Taranto-Bologna Bari Nord Dir. Nord
Valle del Rubicone Dir. Nord
Forlì Dir. Nord
Faenza Dir. Nord
671,0
112,2
82,6
65,4
Bitonto Dir. Nord
Cesena Dir. Nord
Faenza Dir. Nord
All Ravenna Sud Dir. Nord
663,97
101
65,4
58,9
A16 Napoli-Canosa Monteforte Dir. Est 36,05 Avellino Ovest Dir. Est 40
A16 Canosa-Napoli Monteforte Dir. Ovest 36,05 Baiano Dir. Ovest 27,65
A26 Genova Voltri-Gravellona Toce Masone Dir. Nord 14,33 Broglio Dir. Nord 21,61
A26 Gravellona Toce-Genova Voltri Masone 16,2 Massimorisso 7,27
A30 Caserta-Salerno Sarno Dir. Sud
All A30 A1 Dir. Sud
Sarno Dir. Nord
34,36
1,85
38,33
Nocera Pagani Dir. Sud
Nola Dir. Sud
Palma Campania Dir. Nord
38,4
17,2
32,14
A56 Tangenziale di Napoli - Est* Agnano Dir. Est
Arenella Dir. Est
6,65
15,35
Fuorigrotta Dir. Est
Capodimonte Dir. Est
9,68
17,35
A56 Tangenziale di Napoli - Ovest* Camaldoli Dir. Ovest
Fuorigrotta Dir. Ovest
13,2
9,88
Vomero Dir. Ovest
Agnano Dir. Ovest
11,41
8,14
A5 Traforo Monte Bianco Montebianco Sud Dir. Nord
Montebianco Nord Dir. Sud
10,15
8,04
Montebianco Nord Dir. Nord
Montebianco Sud Dir. Sud
7,74
10,5

*La Tangenziale di Napoli S.p.A. è una Società controllata da Autostrade per l'Italia S.p.A.