Previsioni Meteo

Consulta le previsioni meteorologiche prima di metterti in viaggio!

Previsioni meteo per domenica 5

  • Sereno
  • Nuvoloso
  • Coperto
  • Pioggia
  • Rovesci
  • Temporale
  • Neve
  • Nebbia
Legenda completa »
Aeronautica militare
Previsioni Meteo a cura
dell'Aeronautica Militare
Previsioni meteo per domenica 5

Nord

Su tutte le regioni del settore tempo stabile e soleggiato, con nuvolosita' significativa assente ed, al piu', modesti addensamenti a evoluzione diurna sui rilievi montuosi, in evidenza nelle ore centrali e pomeridiane della giornata con scarsa probabilita' di eventi precipitativi


Centro

Cielo sereno o poco nuvoloso con ampio e prevalente soleggiamento; in evidenza modesti addensamenti ad evoluzione diurna durante le ore piu' calde sui rilievi sardi, sull'Appennino abruzzese e sul confinante settore laziale, pur con probabilita' di eventi precipitativi che risultera' scarsa


Sud

Cielo irregolarmente nuvoloso, con nuvolosita' a tratti intensa, su Calabria, Sicilia nord-orientale, Puglia garganica, cilento e Basilicata con contestuali isolate precipitazioni a prevalente carattere di rovescio o temporale. Tale fenomenologia e' destinata ad attenuarsi gradualmente insistendo particolarmente su Sicilia nord-orientale e Calabria meridionale tirrenica, eventualmente su Basilicata tirrenica e confinante settore campano; sul resto del settore poco o parzialmente nuvoloso per nuvolosita' medio-alta stratiforme, con maggiori addensamenti ad evoluzione diurna sulle aree montuose e pedemontane ma con ridotta probabilita' di eventi precipitativi


Temperature

Valori minimi in aumento su settore alpino occidentale, Liguria, Emilia-Romagna, Sardegna orientale, Puglia garganica, Marche, Abruzzo e Molise; in flessione su Sicilia, Calabria, Basilicata, Campania meridionale e resto della Puglia; valori massimi in flessione sulla Calabria e sulla Sicilia orientale, in generale aumento sul resto d'Italia, in particolare su Lazio, Abruzzo, Molise e settori settentrionali di Puglia e Campania


Venti

Da deboli a moderati settentrionali al sud e sulla Sicilia, con i rinforzi maggiori sull'isola e su Puglia, Molise e restanti aree joniche; deboli settentrionali al centro e sulla Sardegna con locali rinforzi, in particolare su Marche ed Abruzzo; deboli variabili al nord con locali rinforzi nord-orientali sulle coste adriatiche

TRAFFICO LIVE, PERCORSI E PEDAGGI
in viaggio
 
Situazione in Europa

O alle ore 24:00 del 05/07/20: diagnosi sinottica su scenario euro-atlantico con evidenza su area nazionale: il flusso perturbato principale scorre mediamente zonale oltre il 45°n per poi divergere sulle repubbliche baltiche, determinando cosi' una saccatura quasi meridiana che attraversa l'Europa orientale e l'area balcanica fino al Mediterraneo centrale; alla stessa e' associato un minimo centrato sul settore ionico italiano. La saccatura sopramenzionata intervalla due aree anticicloniche: la prima si sviluppa dall'Africa nordoccidentale con un promontorio che si protende dalla penisola iberica fino alla repubblica ceca, mentre la seconda vede un massimo che si afferma sulla Russia meridionale, rallentando quindi la progressione della saccatura sopra descritta. A nord dello scenario e' presente una vasta area depressionaria alimentata da aria polare con diversi vortici, il principale dei quali influenza la scozia ed il mare del nord fino alla norvegia meridionale. Il dettaglio del quadro sinottico sull'Italia mostra un minimo sullo Ionio con presenza di aria piu' fredda in quota e relativa tda che continua ad apportare quindi condizioni moderatamente instabili sulle nostre regioni ioniche, mentre il geopotenziale e' in risalita al centro-nord, per l'ulteriore espansione verso ne del promontorio occidentale. A d+1 il minimo sullo Ionio trasla lentamente verso levante, frenato dal blocco anticiclonico orientale in ulteriore rafforzamento; permangono quindi condizioni instabili sulle regioni ioniche, seppur in graduale attenuazione. Contestualmente l'area depressionaria sul mare del nord si approfondisce in senso meridiano fino alla catena alpina, amplificando decisamente l'instabilita' sulle Alpi nordorientali e determinando per fine scadenza l'ingresso di un intenso flusso di correnti settentrionali sul nostro paese. A d+2 l'asse della nuova saccatura attraversa velocemente l'Europa orientale; al suo seguito si assiste ad una nuova ripresa del geopotenziale su tutto il territorio nazionale con attenuazione del flusso intenso nordoccidentale dal pomeriggio. Evoluzione prevista per le prossime 72 ore: evoluzione per il giorno 05 luglio 2020: condizioni instabili su cilento, Basilicata e Calabria tirrenica, nonche' su Sicilia settentrionale ed orientale con rovesci e locali temporali in assorbimento dalla sera, a parte fenomenologia convettiva che si attardera' nelle ore notturne sul settore meridionale calabrese del versante tirrenico. Ventilazione moderata da settentrione sulle regioni meridionali. evoluzione per il giorno 06 luglio 2020: residui fenomeni convettivi sulle regioni meridionali tirreniche peninsulari, piu' frequenti sulla Calabria, ma in generale esaurimento dalla serata. Dal pomeriggio, rovesci temporaleschi localmente anche di forte intensita' attesi su Alpi e preAlpi centrorientali ed in sconfinamento serale sulle zone pedemontane e pianeggianti del triVeneto. Ancora venti moderati settentrionali sulle regioni ioniche, ma in attenuazione tra pomeriggio e sera; decisi rinforzi della ventilazione da nord-est nella tarda serata sulle venezie. evoluzione per il giorno 07 luglio 2020: piogge e residui rovesci mattutini di debole intensita' attesi al mattino su coste nord adriatiche, asta del po e restante territorio emiliano-romagnolo; debolissime instabilita' tra mattina e pomeriggio a ridosso della dorsale appenninica. Al mattino ventilazione forte da ne con raffiche di burrasca forte lungo le aree costiere settentrionali adriatiche e generalmente da moderata a forte dai quadranti settentrionali fino alle prime ore serali sulle altre regioni ad

Situazione in Italia

Ino alle ore 24:00 del 05/07/20: diagnosi sinottica su scenario euro-atlantico con evidenza su area nazionale: il flusso perturbato principale scorre mediamente zonale oltre il 45°n per poi divergere sulle repubbliche baltiche, determinando cosi' una saccatura quasi meridiana che attraversa l'Europa orientale e l'area balcanica fino al Mediterraneo centrale; alla stessa e' associato un minimo centrato sul settore ionico italiano. La saccatura sopramenzionata intervalla due aree anticicloniche: la prima si sviluppa dall'Africa nordoccidentale con un promontorio che si protende dalla penisola iberica fino alla repubblica ceca, mentre la seconda vede un massimo che si afferma sulla Russia meridionale, rallentando quindi la progressione della saccatura sopra descritta. A nord dello scenario e' presente una vasta area depressionaria alimentata da aria polare con diversi vortici, il principale dei quali influenza la scozia ed il mare del nord fino alla norvegia meridionale. Il dettaglio del quadro sinottico sull'Italia mostra un minimo sullo Ionio con presenza di aria piu' fredda in quota e relativa tda che continua ad apportare quindi condizioni moderatamente instabili sulle nostre regioni ioniche, mentre il geopotenziale e' in risalita al centro-nord, per l'ulteriore espansione verso ne del promontorio occidentale. A d+1 il minimo sullo Ionio trasla lentamente verso levante, frenato dal blocco anticiclonico orientale in ulteriore rafforzamento; permangono quindi condizioni instabili sulle regioni ioniche, seppur in graduale attenuazione. Contestualmente l'area depressionaria sul mare del nord si approfondisce in senso meridiano fino alla catena alpina, amplificando decisamente l'instabilita' sulle Alpi nordorientali e determinando per fine scadenza l'ingresso di un intenso flusso di correnti settentrionali sul nostro paese. A d+2 l'asse della nuova saccatura attraversa velocemente l'Europa orientale; al suo seguito si assiste ad una nuova ripresa del geopotenziale su tutto il territorio nazionale con attenuazione del flusso intenso nordoccidentale dal pomeriggio

Evoluzione

domenica 5: Condizioni instabili su cilento, Basilicata e Calabria tirrenica, nonche' su Sicilia settentrionale ed orientale con rovesci e locali temporali in assorbimento dalla sera, a parte fenomenologia convettiva che si attardera' nelle ore notturne sul settore meridionale calabrese del versante tirrenico. Ventilazione moderata da settentrione sulle regioni meridionali

lunedì 6: Residui fenomeni convettivi sulle regioni meridionali tirreniche peninsulari, piu' frequenti sulla Calabria, ma in generale esaurimento dalla serata. Dal pomeriggio, rovesci temporaleschi localmente anche di forte intensita' attesi su Alpi e preAlpi centrorientali ed in sconfinamento serale sulle zone pedemontane e pianeggianti del triVeneto. Ancora venti moderati settentrionali sulle regioni ioniche, ma in attenuazione tra pomeriggio e sera; decisi rinforzi della ventilazione da nord-est nella tarda serata sulle venezie

martedì 7: Piogge e residui rovesci mattutini di debole intensita' attesi al mattino su coste nord adriatiche, asta del po e restante territorio emiliano-romagnolo; debolissime instabilita' tra mattina e pomeriggio a ridosso della dorsale appenninica. Al mattino ventilazione forte da ne con raffiche di burrasca forte lungo le aree costiere settentrionali adriatiche e generalmente da moderata a forte dai quadranti settentrionali fino alle prime ore serali sulle altre regioni adriatiche, Toscana ed Umbria

Tendenza

mercoledì 8: Condizioni di bel tempo con sviluppo di nubi cumuliformi ad evoluzione diurna a ridosso dei rilievi alpini confinali e sulle aree appenniniche comprese tra Lazio ed Abruzzo

giovedì 9: Annuvolamenti compatti sui rilievi alpini maggiori e su quelli della Sicilia settentrionale con debolissime precipitazioni convettive associate attese la tarda mattinata e le ore pomeridiane; deboli addensamenti pomeridiani a ridosso della dorsale appenninica centromeridionale e cielo limpido altrove