Autostrade per l'Italia
Autostrade per l'Italia

AUTOSTRADE PER L’ITALIA E POLIZIA STRADALE: INSIEME AL GIRO D’ITALIA PER LA DODICESIMA EDIZIONE DEGLI “EROI DELLA SICUREZZA”

cerca fino alla data

AUTOSTRADE PER L’ITALIA E POLIZIA STRADALE: INSIEME AL GIRO D’ITALIA PER LA DODICESIMA EDIZIONE DEGLI “EROI DELLA SICUREZZA”


AUTOSTRADE PER L’ITALIA E POLIZIA STRADALE: INSIEME AL GIRO D’ITALIA PER LA DODICESIMA EDIZIONE DEGLI “EROI DELLA SICUREZZA”

 

ALLA PARTENZA DELLA TAPPA DI SAVIGNANO SUL RUBICONE, PREMIATI DUE AGENTI DELLA POLIZIA STRADALE E UN OPERATORE DELLA DIREZIONE DI TRONCO DI BOLOGNA

 

Bologna, 14 maggio 2023 – Con il Giro d’Italia ripartono le premiazioni degli Eroi della Sicurezza, iniziativa giunta alla sua dodicesima edizione, nata dalla collaborazione tra Polizia di Stato e Autostrade per l’Italia, per valorizzare l’operato degli agenti e degli addetti autostradali che ogni giorno presidiano la viabilità sulle arterie ad alto scorrimento lungo il Paese. 

 

Alla partenza della “Corsa Rosa”, a Savignano sul Rubicone, sono stati premiati l’Assistente Capo Coordinatore della Polizia di Stato Giuseppe Nicolo’ e l’Agente della Polizia di Stato Lorenzo Liberati. La Polizia Stradale ha invece assegnato un riconoscimento all’impegno manifestato nel proprio lavoro all’operatore di Esercizio Mauro Bazzocchi, per aver effettuato le prime operazioni di soccorso a una bambina, salvandole la vita.

 

Nel corso delle diverse tappe del Giro, il palco delle premiazioni sportive ospiterà 20 operatori della Polizia Stradale, con cui ASPI quotidianamente lavora in stretta collaborazione per garantire la sicurezza degli utenti in viaggio sulle autostrade. La Polizia Stradale, contestualmente, assegnerà lungo le tappe da Sud a Nord dell’Italia un riconoscimento a 10 operatori del Gruppo Autostrade per l’Italia che hanno dimostrato una forte dedizione al proprio lavoro, mettendo a servizio degli utenti competenze e impegno che vanno ben oltre le proprie mansioni quotidiane.

 

 

Le Storie: 

 

Sull’A14 Bologna Taranto, tra la stazione di Imola e Castel San Pietro una famiglia di turisti stranieri vive attimi di puro terrore quando la loro piccola bambina è colta da malore in autostrada. In poco tempo scatta il protocollo che vede impegnati gli operatori sanitari, gli agenti della Polizia stradale e il personale di Autostrade per l’Italia. L’operatore della viabilità, Mauro Bazzocchi, è il primo ad arrivare sul posto. Con prontezza e decisione segue le indicazioni del personale del 118 che è al telefono con il padre della bimba e pratica le prime e fondamentali manovre salva vita, fino all’arrivo del personale sanitario. Grazie al suo coraggio e alla sua professionalità Bazzocchi ha contribuito a salvare la vita di una bambina.

 

Presso l’area di servizio Secchia Ovest un viaggiatore segnala all’Assistente Capo Coordinatore della Polizia di Stato Giuseppe Nicolo’ e all’Agente della Polizia di Stato Lorenzo Liberati che una persona, all’interno di un’autovettura, è colta da malore. Accorsi immediatamente, gli operatori trovano una donna, ancora con le cinture di sicurezza allacciate, riversa fuori dall’abitacolo, e in stato di incoscienza. In attesa dei soccorsi gli operatori riescono prima a tagliare le cinture di sicurezza e in seguito praticano la manovra di Heimlich riuscendo, dopo alcuni minuti di apprensione, a liberare le vie respiratorie e a salvare la vita alla donna.


AUTOSTRADE PER L’ITALIA E POLIZIA STRADALE INSIEME AL GIRO D’ITALIA PER LA DODICESIMA EDIZIONE DEGLI EROI DELLA SICUREZZA.docx Premiazione Eroi Savignano Giro d'Italia2.jpg Premiazione Eroi Savignano Giro d'Italia.jpg
Go to top