Autostrade per l'Italia

News

cerca fino alla data

SICUREZZA SUL LAVORO, ASPI: SIGLATO PROTOCOLLO DI FILIERA CON SINDACATI, ISTITUITA “STOP WORK AUTHORITY” PER I LAVORATORI



· Il protocollo, firmato alla presenza del Ministro Orlando, prevede la costituzione di una cabina di regia con le parti sociali per lo sviluppo di progetti volti al continuo miglioramento in materia di sicurezza
· La “Stop Work Authority” prevede l’autorità, per ogni lavoratore, di interrompere i cantieri o il proprio lavoro in caso riscontri rischi per la sicurezza

Roma, 2 marzo 2022 – Attribuire a ogni dipendente l’autorità di interrompere i cantieri o il proprio lavoro, in caso ritenesse che questi possano presentare rischi per la sicurezza. Organizzare visite periodiche del management aziendale presso i cantieri per ascoltare le esigenze dei lavoratori. Costituire un’alleanza tra le imprese della filiera volta a rafforzare e incoraggiare i comportamenti virtuosi sui cantieri, per il perseguimento dell’obiettivo “zero incidenti”.

Questi alcuni dei punti più rilevanti del protocollo siglato oggi tra Autostrade per l’Italia e le segreterie nazionali di FILT–CGIL, FIT-CISL, UILTRASPORTI, SLA–CISAL, UGL VIABILITA’, Fillea – CGIL, Filca – CISL, Fenealuil, presso il Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali alla presenza del Ministro Andrea Orlando, dell’amministratore delegato di Autostrade per l’Italia Roberto Tomasi e dei rappresentanti sindacali.

Le parti, nel documento siglato, si sono impegnate a realizzare una serie di iniziative innovative, che rendono quella promossa da Autostrade per l’Italia, una best practicesui temi della sicurezza sul lavoro nel comparto delle costruzioni e dei trasporti.

Tra le azioni, spicca l’istituzione – per la prima volta in Italia – della “Stop Work Authority”, con la quale si formalizza l’autorità di ciascun lavoratore della società, indipendentemente dalla propria posizione, anzianità o ruolo, di interrompere il lavoro quando si ritiene che questo non sia svolto in sicurezza, che possa condurre, per sé o per altri, a incidenti, infortuni o malattie professionali.

Nell’intesa è prevista inoltre l’organizzazione periodica di Safety walks, ovvero visite periodiche del management aziendale presso i cantieri finalizzate all’osservazione e all’ascolto dei lavoratori nell’ottica di promuovere comportamenti virtuosi. Saranno calendarizzati anche dei Safety meetings, cioè incontri periodici su alcuni aspetti chiave in materia di sicurezza, rilevanti per la programmazione giornaliera o settimanale delle attività. Oltre a questi momenti, saranno programmate sessioni periodiche di condivisione di dati, anche grazie a strumenti digitali e web based, utili a prevenire incidenti nei cantieri.

“La sicurezza sul posto di lavoro non è solo una priorità, ma un valore imprescindibile di Aspi, che viene condiviso tra dipendenti, sindacati, operatori della filiera e stakeholder – ha dichiarato Roberto Tomasi, amministratore delegato di Autostrade per l’Italia – La firma del protocollo di oggi è la conferma dell’importanza di un lavoro coordinato di tutti gli attori coinvolti, corpi sociali compresi, per perseguire l’obiettivo “zero incidenti”. Abbiamo fissato traguardi e attività per garantire ai lavoratori condizioni di lavoro adeguate e sicure, nel solco tracciato con il nostro Piano di Trasformazione aziendale, diventando sempre più un punto di riferimento per l’intero settore”.

Un accordo coerente con l’Active Safety Value Program del Gruppo Aspi – il programma di rafforzamento culturale del basato sulla partecipazione attiva dei soggetti coinvolti in tutti i livelli dell’organizzazione aziendale – e che rafforza la Safety Academy della società, che mira a formare i soggetti della filiera e favorire la prevenzione nel campo della salute e sicurezza sui luoghi di lavoro per le imprese affidatarie/esecutrici di lavori, forniture o servizi di Autostrade per l’Italia.

Il protocollo prevede infatti l’istituzione di un Comitato Strategico della Sicurezza composto da Azienda e Parti sociali con l’obiettivo di indirizzare e monitorare le iniziative sviluppate all’interno del programma Active Safety Value, stabilendo gli obiettivi di breve, medio e lungo periodo in coerenza con la strategia del Gruppo.

Con l’intesa, viene costituito inoltre un Comitato Tecnico Scientifico composto dall’azienda, esponenti del mondo accademico e da esperti di sicurezza sul lavoro, con l’obiettivo di definire in maniera coerente quanto stabilito dal Comitato di Indirizzo strategico sulla sicurezza sui programmi, sulle attività e i contenuti dell’Academy.

“L’accordo si pone come un passaggio fondamentale nel percorso che ha visto Aspi e le parti sociali condividere una serie di accordi, nei quali si è posto al centro un modello partecipativo di relazioni industriali. Riteniamo che l’implementazione di politiche riguardanti la sicurezza sul lavoro sia per noi strategica, anche in un’ottica di gestione integrata delle diverse realtà facenti parte del Gruppo e tese a estendere questa cultura in tutta la filiera, in termini di inclusione e visione sistemica del settore trasporti” ha dichiarato Gian Luca Orefice, direttore Human Capital, Organization and HSE di Autostrade per l’Italia. “L’implementazione di una serie di iniziative che per il nostro Paese rappresentano un’importante novità è motivo di grande orgoglio per tutti noi”.