Previsioni Meteo

Consulta le previsioni meteorologiche prima di metterti in viaggio!

Previsioni meteo per mercoledì 20

  • Sereno
  • Nuvoloso
  • Coperto
  • Pioggia
  • Rovesci
  • Temporale
  • Neve
  • Nebbia
Legenda completa »
Aeronautica militare
Previsioni Meteo a cura
dell'Aeronautica Militare
Previsioni meteo per venerdì 22

Nord

Nuvolosita' diffusa un po' ovunque con precipitazioni deboli e sparse, a carattere di rovescio o temporale sulle aree costiere, fino al pomeriggio quando tenderanno da intensificarsi sulla Liguria di levante, e dalla serata sul Friuli-Venezia Giulia; nevicate sulle aree alpine e prealpine oltre i 500 metri, con quota neve un po' piu' bassa sul settore centroccidentale piemontese


Centro

Cielo molto nuvoloso o coperto su regioni tirreniche, Umbria ed aree appenniniche con deboli piogge, rovesci e temporali, specie sulle coste tirreniche, in aumento pomeridiano ed in particolare sull'Appennino toscano settentrionale; spesse velature sulle altre zone


Sud

Addensamenti compatti su Campania, Basilicata tirrenica ed Appennino molisano con locali precipitazioni, anche temporalesche, in attenuazione serale; estese nubi medio-alte sul restante territorio


Temperature

Minime in aumento su centro-sud peninsulare e nord-est, senza variazioni di rilevo altrove; massime in rialzo su pianura piemontese, alta Lombardia, Veneto , Friuli-Venezia Giulia, Liguria, Appennino tosco-emiliano, coste adriatiche, Sardegna e Puglia centrosettentrionale, generalmente stazionarie sul resto del territorio


Venti

Da moderati a forti dai quadranti meridionali al centro-sud e sulla Liguria, tendenti a divenire settentrionali su quest'ultima dal tardo pomeriggio; deboli variabili sul restante nord, orientali sulla pianura padana

TRAFFICO LIVE, PERCORSI E PEDAGGI
in viaggio
 
Situazione in Europa

O alle ore 24:00 del 20/01/21: diagnosi sinottica su scenario euro-atlantico con evidenza su area nazionale: un promontorio interciclonico e' presente sull'Europa centroccidentale, delimitato da due saccature derivate dalla stessa depressione polare, una che dalla scozia si allunga sul vicino atlantico e l'altra che dalla Russia siberiana si estende sul comparto orientale del continente. Sul Mediterraneo il campo termico tende ad essere temporaneamente mitigato da correnti sudoccidentali umide. Sull'Italia persiste un campo di pressioni con un medio gradiente barico, ma un ull dalla Sardegna trasla velocemente verso e; in serata si assistera' ad una flessione delle pressioni ad iniziare dal settore occidentale per l'avvicinarsi della saccatura atlantica; resistera' un cuscino di aria fredda in val padana e nelle valli alpine. A d+1 l'asse della saccatura atlantica transita sull'Italia, dove quasi ovunque, eccetto la pianura padana occidentale, le correnti si disporranno dai quadranti meridionali, portando aria mite e umida. Dalla serata un'area di diffluenza interessera' la nostra penisola, seguita subito dopo da correnti zonali. A d+2 sul nostro territorio, dopo un'iniziale lieve rimonta del geopotenziale, si assistera' ad una sua decisa diminuzione per l'avvicinamento di una nuova saccatura di origine atlantica, molto piu' profonda della precedente, che iniziera' ad dominare sulla nostra penisola dalla nottata. Previsioni su area nazionale per le prossime 72 ore: giorno 20 gennaio 2021: deboli rovesci su Liguria, alta Toscana, basso Lazio e dal pomeriggio anche sulla Campania, in intensificazione serale sul Lazio meridionale; dalla serata deboli fenomeni nevosi su aree alpine e prealpine centroccidentali. Venti moderati meridionali in rinforzo serale sulla Sicilia. Giorno 21 gennaio 2021: fenomeni deboli da sparsi a diffusi al nord, su regioni tirreniche centrosettentrionali, Campania e relativi settori appenninici, nevosi sulle aree alpine e prealpine a partire da 600 metri; foschie anche dense al mattino e dalla sera sulle pianure e nelle vallate settentrionali. Venti moderati generalmente meridionali al centro-sud con rinforzi su dorsale appenninica, Sicilia e coste campane. Giorno 22 gennaio 2021: fenomeni inizialmente deboli e al nord, su regioni tirreniche centrosettentrionali, Campania e relativi settori appenninici, in intensificazione pomeridiana con valori oltre soglia su Liguria di levante ed Alpi apuane/Appennino toscano settentrionale; nevicate abbondanti sulle aree alpine e prealpine a partire da 600 metri, da circa 300 metri sul settore piemontese. Parziale attenuazione delle precipitazioni dalla serata specialmente su nord-ovest. Foschie anche dense al mattino sulle pianure e nelle vallate settentrionali. Venti sudoccidentali moderati al centro-sud con rinforzi sulla dorsale appenninica, localmente forti su s

Situazione in Italia

Ino alle ore 24:00 del 20/01/21: diagnosi sinottica su scenario euro-atlantico con evidenza su area nazionale: un promontorio interciclonico e' presente sull'Europa centroccidentale, delimitato da due saccature derivate dalla stessa depressione polare, una che dalla scozia si allunga sul vicino atlantico e l'altra che dalla Russia siberiana si estende sul comparto orientale del continente. Sul Mediterraneo il campo termico tende ad essere temporaneamente mitigato da correnti sudoccidentali umide. Sull'Italia persiste un campo di pressioni con un medio gradiente barico, ma un ull dalla Sardegna trasla velocemente verso e; in serata si assistera' ad una flessione delle pressioni ad iniziare dal settore occidentale per l'avvicinarsi della saccatura atlantica; resistera' un cuscino di aria fredda in val padana e nelle valli alpine. A d+1 l'asse della saccatura atlantica transita sull'Italia, dove quasi ovunque, eccetto la pianura padana occidentale, le correnti si disporranno dai quadranti meridionali, portando aria mite e umida. Dalla serata un'area di diffluenza interessera' la nostra penisola, seguita subito dopo da correnti zonali. A d+2 sul nostro territorio, dopo un'iniziale lieve rimonta del geopotenziale, si assistera' ad una sua decisa diminuzione per l'avvicinamento di una nuova saccatura di origine atlantica, molto piu' profonda della precedente, che iniziera' ad dominare sulla nostra penisola dalla nottata. Previsioni su area nazionale per le prossime 72 ore: giorno 20 gennaio 2021: deboli rovesci su Liguria, alta Toscana, basso Lazio e dal pomeriggio anche sulla Campania, in intensificazione serale sul Lazio meridionale; dalla serata deboli fenomeni nevosi su aree alpine e prealpine centroccidentali. Venti moderati meridionali in rinforzo serale sulla Sicilia. Giorno 21 gennaio 2021: fenomeni deboli da sparsi a diffusi al nord, su regioni tirreniche centrosettentrionali, Campania e relativi settori appenninici, nevosi sulle aree alpine e prealpine a partire da 600 metri; foschie anche dense al mattino e dalla sera sulle pianure e nelle vallate settentrionali. Venti moderati generalmente meridionali al centro-sud con rinforzi su dorsale appenninica, Sicilia e coste campane. Giorno 22 gennaio 2021: fenomeni inizialmente deboli e al nord, su regioni tirreniche centrosettentrionali, Campania e relativi settori appenninici, in intensificazione pomeridiana con valori oltre soglia su Liguria di levante ed Alpi apuane/Appennino toscano settentrionale; nevicate abbondanti sulle aree alpine e prealpine a partire da 600 metri, da circa 300 metri sul settore piemontese. Parziale attenuazione delle precipitazioni dalla serata specialmente su nord-ovest. Foschie anche dense al mattino sulle pianure e nelle vallate settentrionali. Venti sudoccidentali moderati al centro-sud con rinforzi sulla dorsale appenninica, localmente forti su sar

Evoluzione

mercoledì 20: Alle ore 24:00 del 20/01/21: diagnosi sinottica su scenario euro-atlantico con evidenza su area nazionale: un promontorio interciclonico e' presente sull'Europa centroccidentale, delimitato da due saccature derivate dalla stessa depressione polare, una che dalla scozia si allunga sul vicino atlantico e l'altra che dalla Russia siberiana si estende sul comparto orientale del continente. Sul Mediterraneo il campo termico tende ad essere temporaneamente mitigato da correnti sudoccidentali umide. Sull'Italia persiste un campo di pressioni con un medio gradiente barico, ma un ull dalla Sardegna trasla velocemente verso e; in serata si assistera' ad una flessione delle pressioni ad iniziare dal settore occidentale per l'avvicinarsi della saccatura atlantica; resistera' un cuscino di aria fredda in val padana e nelle valli alpine. A d+1 l'asse della saccatura atlantica transita sull'Italia, dove quasi ovunque, eccetto la pianura padana occidentale, le correnti si disporranno dai quadranti meridionali, portando aria mite e umida. Dalla serata un'area di diffluenza interessera' la nostra penisola, seguita subito dopo da correnti zonali. A d+2 sul nostro territorio, dopo un'iniziale lieve rimonta del geopotenziale, si assistera' ad una sua decisa diminuzione per l'avvicinamento di una nuova saccatura di origine atlantica, molto piu' profonda della precedente, che iniziera' ad dominare sulla nostra penisola dalla nottata. Previsioni su area nazionale per le prossime 72 ore: giorno 20 gennaio 2021: deboli rovesci su Liguria, alta Toscana, basso Lazio e dal pomeriggio anche sulla Campania, in intensificazione serale sul Lazio meridionale; dalla serata deboli fenomeni nevosi su aree alpine e prealpine centroccidentali. Venti moderati meridionali in rinforzo serale sulla Sicilia. Giorno 21 gennaio 2021: fenomeni deboli da sparsi a diffusi al nord, su regioni tirreniche centrosettentrionali, Campania e relativi settori appenninici, nevosi sulle aree alpine e prealpine a partire da 600 metri; foschie anche dense al mattino e dalla sera sulle pianure e nelle vallate settentrionali. Venti moderati generalmente meridionali al centro-sud con rinforzi su dorsale appenninica, Sicilia e coste campane. Giorno 22 gennaio 2021: fenomeni inizialmente deboli e al nord, su regioni tirreniche centrosettentrionali, Campania e relativi settori appenninici, in intensificazione pomeridiana con valori oltre soglia su Liguria di levante ed Alpi apuane/Appennino toscano settentrionale; nevicate abbondanti sulle aree alpine e prealpine a partire da 600 metri, da circa 300 metri sul settore piemontese. Parziale attenuazione delle precipitazioni dalla serata specialmente su nord-ovest. Foschie anche dense al mattino sulle pianure e nelle vallate settentrionali. Venti sudoccidentali moderati al centro-sud con rinforzi sulla dorsale appenninica, localmente forti su

giovedì 21: Alle ore 24:00 del 20/01/21: diagnosi sinottica su scenario euro-atlantico con evidenza su area nazionale: un promontorio interciclonico e' presente sull'Europa centroccidentale, delimitato da due saccature derivate dalla stessa depressione polare, una che dalla scozia si allunga sul vicino atlantico e l'altra che dalla Russia siberiana si estende sul comparto orientale del continente. Sul Mediterraneo il campo termico tende ad essere temporaneamente mitigato da correnti sudoccidentali umide. Sull'Italia persiste un campo di pressioni con un medio gradiente barico, ma un ull dalla Sardegna trasla velocemente verso e; in serata si assistera' ad una flessione delle pressioni ad iniziare dal settore occidentale per l'avvicinarsi della saccatura atlantica; resistera' un cuscino di aria fredda in val padana e nelle valli alpine. A d+1 l'asse della saccatura atlantica transita sull'Italia, dove quasi ovunque, eccetto la pianura padana occidentale, le correnti si disporranno dai quadranti meridionali, portando aria mite e umida. Dalla serata un'area di diffluenza interessera' la nostra penisola, seguita subito dopo da correnti zonali. A d+2 sul nostro territorio, dopo un'iniziale lieve rimonta del geopotenziale, si assistera' ad una sua decisa diminuzione per l'avvicinamento di una nuova saccatura di origine atlantica, molto piu' profonda della precedente, che iniziera' ad dominare sulla nostra penisola dalla nottata. Previsioni su area nazionale per le prossime 72 ore: giorno 20 gennaio 2021: deboli rovesci su Liguria, alta Toscana, basso Lazio e dal pomeriggio anche sulla Campania, in intensificazione serale sul Lazio meridionale; dalla serata deboli fenomeni nevosi su aree alpine e prealpine centroccidentali. Venti moderati meridionali in rinforzo serale sulla Sicilia. Giorno 21 gennaio 2021: fenomeni deboli da sparsi a diffusi al nord, su regioni tirreniche centrosettentrionali, Campania e relativi settori appenninici, nevosi sulle aree alpine e prealpine a partire da 600 metri; foschie anche dense al mattino e dalla sera sulle pianure e nelle vallate settentrionali. Venti moderati generalmente meridionali al centro-sud con rinforzi su dorsale appenninica, Sicilia e coste campane. Giorno 22 gennaio 2021: fenomeni inizialmente deboli e al nord, su regioni tirreniche centrosettentrionali, Campania e relativi settori appenninici, in intensificazione pomeridiana con valori oltre soglia su Liguria di levante ed Alpi apuane/Appennino toscano settentrionale; nevicate abbondanti sulle aree alpine e prealpine a partire da 600 metri, da circa 300 metri sul settore piemontese. Parziale attenuazione delle precipitazioni dalla serata specialmente su nord-ovest. Foschie anche dense al mattino sulle pianure e nelle vallate settentrionali. Venti sudoccidentali moderati al centro-sud con rinforzi sulla dorsale appenninica, localmente forti su

venerdì 22: Alle ore 24:00 del 20/01/21: diagnosi sinottica su scenario euro-atlantico con evidenza su area nazionale: un promontorio interciclonico e' presente sull'Europa centroccidentale, delimitato da due saccature derivate dalla stessa depressione polare, una che dalla scozia si allunga sul vicino atlantico e l'altra che dalla Russia siberiana si estende sul comparto orientale del continente. Sul Mediterraneo il campo termico tende ad essere temporaneamente mitigato da correnti sudoccidentali umide. Sull'Italia persiste un campo di pressioni con un medio gradiente barico, ma un ull dalla Sardegna trasla velocemente verso e; in serata si assistera' ad una flessione delle pressioni ad iniziare dal settore occidentale per l'avvicinarsi della saccatura atlantica; resistera' un cuscino di aria fredda in val padana e nelle valli alpine. A d+1 l'asse della saccatura atlantica transita sull'Italia, dove quasi ovunque, eccetto la pianura padana occidentale, le correnti si disporranno dai quadranti meridionali, portando aria mite e umida. Dalla serata un'area di diffluenza interessera' la nostra penisola, seguita subito dopo da correnti zonali. A d+2 sul nostro territorio, dopo un'iniziale lieve rimonta del geopotenziale, si assistera' ad una sua decisa diminuzione per l'avvicinamento di una nuova saccatura di origine atlantica, molto piu' profonda della precedente, che iniziera' ad dominare sulla nostra penisola dalla nottata. Previsioni su area nazionale per le prossime 72 ore: giorno 20 gennaio 2021: deboli rovesci su Liguria, alta Toscana, basso Lazio e dal pomeriggio anche sulla Campania, in intensificazione serale sul Lazio meridionale; dalla serata deboli fenomeni nevosi su aree alpine e prealpine centroccidentali. Venti moderati meridionali in rinforzo serale sulla Sicilia. Giorno 21 gennaio 2021: fenomeni deboli da sparsi a diffusi al nord, su regioni tirreniche centrosettentrionali, Campania e relativi settori appenninici, nevosi sulle aree alpine e prealpine a partire da 600 metri; foschie anche dense al mattino e dalla sera sulle pianure e nelle vallate settentrionali. Venti moderati generalmente meridionali al centro-sud con rinforzi su dorsale appenninica, Sicilia e coste campane. Giorno 22 gennaio 2021: fenomeni inizialmente deboli e al nord, su regioni tirreniche centrosettentrionali, Campania e relativi settori appenninici, in intensificazione pomeridiana con valori oltre soglia su Liguria di levante ed Alpi apuane/Appennino toscano settentrionale; nevicate abbondanti sulle aree alpine e prealpine a partire da 600 metri, da circa 300 metri sul settore piemontese. Parziale attenuazione delle precipitazioni dalla serata specialmente su nord-ovest. Foschie anche dense al mattino sulle pianure e nelle vallate settentrionali. Venti sudoccidentali moderati al centro-sud con rinforzi sulla dorsale appenninica, localmente forti su Sardegna, salento e Campania

Tendenza

sabato 23: Maltempo al centro-sud, specialmente il versante tirrenico, in graduale miglioramento pomeridiano; nuvolosita' irregolare a tratti intensa altrove con residui fenomeni al mattino sul nord est. Seguira' un deciso miglioramento dapprima sulle regioni settentrionali e poi, nel pomeriggio, anche su quelle centrali

domenica 24: Cielo molto nuvoloso o coperto un po' ovunque con fenomeni anche temporaleschi specialmente sul versante tirrenico, nevosi sulle alpine e prealpine, in graduale miglioramento dalla tarda mattinata al nord e poi sulel regioni centrali ed infine sul meridione per fine giornata. Durante il pomeriggio intensificazione delle piogge sulla Calabria con nevicate moderate oltre i 500-600 metri