Previsioni Meteo

Consulta le previsioni meteorologiche
prima di metterti in viaggio!

Previsioni meteo per mercoledì 1

giovedì 2
fascia oraria:
Zoom 
per altre informazioni clicca qui sotto clicca sotto   
Stampa Stampa Vedi sulla stessa mappa: Traffico  Pedaggi  Servizi  PuntoBlu 
Legenda completa »

Legenda Meteo

  • Rete Autostrade per l'Italia
  • Sereno
  • Nuvoloso
  • Coperto
  • Pioggia
  • Rete Altre Concessionarie
  • Rovesci
  • Temporale
  • Neve
  • Nebbia
a cura di Aeronautica militare Centro Meteo Italiano

Nord

Molto nuvoloso a ridosso delle aree di confine dei settori alpini dalla Valle d'Aosta al Trentino-Alto Adige con associate precipitazioni; sereno o poco nuvoloso sulle rimanenti aree salvo temporanei annuvolamenti pomeridiani sulla pianura veneta con possibili brevi rovesci, in attenuazione serale

Centro

Sereno o poco nuvolsoo salvo locali annuvolamenti pomeridiani in prossimita' dei rilievi appenninnici tra Abruzzo e basso Lazio

Sud

Variabilita' sul settore tirrenico con annuvolamenti piu' consistenti tra Campania e settori tirrenici di Basilicata e Calabria dove non si escludono deboli e locali piogge. Cielo poco nuvoloso sulle altre aree peninsulari ma con nuvolosita' in aumento ad iniziare dal pomeriggio specie su Puglia e Calabria in estensione serale alla Sicilia settentrionale

Temperature

In generale diminuzione specie nei valori minimi

Venti

Forti di maestrale sulla Sardegna; moderati da ovest nordovest al nord con forti raffiche specie su Lombardia ed Emilia-Romagna, in attenuazione dalla sera; moderati nordoccidentali al centro-sud con locali rinforzi sulla Sicilia ed Adriatico centro-meridionale

Situazione in Europa

Il flusso principale presenta una serie di ondulazioni, la prima in uscita dal canada evolve per fine scadenza in sistema depressionario; la seconda interessa il settore centro-occidentale europeo ed e' caratterizzata da un'ampia saccatura che va dall'islanda fino all'est europeo approfondendosi sino ai confini settentrionali della turchia. Per fine scadenza si approfondisce ulteriormente la saccatura sul settore centrale europeo con una decisa avvezione fredda al seguito, mentre il flusso perturbato assume prevalente direttrice nord occidentale sull'ovest europeo con il massimo dell'intensita' in prossimita' della francia; fenomeno causato dall'avanzata settentrionale dell'anticiclone atlantico che si porta fino alla groenlandia mentre piu' a est, sulla Russia persiste un anticiclone di blocco. A d+1 la saccatura presente su gran parte del settore centrale e orientale del continente continua a persistere presentando due assi che transitano velocemente sull'est europeo portandosi fino al mar nero. Piu' a ovest si genera una nuova ondulazione in uscita dal canada portandosi velocemente verso levante erodendo il bordo settentrionale dell'anticiclone atlantico che, risulta interessato anche da altre piccole ondulazioni presenti tra l'islanda e le isole britanniche. Il flusso in entrata sull'Europa risulta ancora nord-occidentale, accompagnato da una discesa di aria fredda che si porta sino ai balcani. A d+2 la depressione sull'est europeo si porta lentamente verso levante determinando una temporanea rimonta del geopotenziale sul versante meridionale dell'Europa. Sul bordo orientale dell'anticiclone atlantico cominciano a viaggiare una serie d'impulsi; il primo piu' alto di latitudine, transita a nord dell'islanda, il secondo attraversa tutte le isole britanniche, portandosi in serata sulla normandia, il terzo si porta per fine scadenza tra le Alpi occidentali e la provenza. Questo processo di discesa meridiana e' dato dallo schiacciamento dell'anticiclone atlantico sul suo bordo occidentale e settentrionale a opera di una saccatura che ne impedisce l'espansione verso ovest e, dalla presenza di tda sul suo bordo settentrionale

Situazione in Italia

Si approfondisce ulteriormente la saccatura in discesa da nord e, sull'Europa centro-orientale va delineandosi una configurazione prevalentemente ciclonica che trascina al suo seguito aria fredda sulle aree balcaniche e di riflesso anche sul settore alpino e su quello Adriatico. Tuttavia, persistono flussi umidi tra le due isole maggiori dove la circolazione occidentale sia nei bassi strati che nella media troposfera dara' luogo a deboli condizioni d'instabilita' sul basso Tirreno. A d+1 persiste una circolazione ciclonica su tutta la penisola con correnti nord-occidentali e moderata irruzione di aria fredda in quota che contrastera' con l'aria piu' umida presente nei bassi strati. Il contrasto si manifestera' essenzialmente con un deciso aumento della copertura nuvolosa sulle regioni meridionali ma con scarse possibilita' di precipitazioni limitate in prossimita' dell'orografia e, comunque, di debole entita'. A d+2 sulla penisola il geopotenziale tende temporaneamente a risalire per l'allontanamento della depressione verso levante, tuttavia l'arrivo da ovest di un primo nuovo impulso, determinera' un aumento della copertura nuvolosa inizialmente al settentrione e, successivamente sul resto dell'Italia, con prime precipitazioni dal pomeriggio sull'arco alpino, in estensione serale sulle regioni di nord-ovest. Permane la discesa di aria fredda in particolare sulle regioni adriatiche, con possibili deboli precipitazioni durante le ore centrali della giornata a ridosso dell'arco appenninico centrale

Evoluzione

mercoledì 1: Al nord condizioni di bel tempo con transito di nuvolosita' poco significativa. Tra la tarda mattinata ed il primo pomeriggio locali addensamenti in formazione tra basso Veneto e Romagna con occasionali deboli fenomeni. Scarsa nuvolosita' al centro, localmente piu' compatta sulla dorsale appenninica. Variabilita' sul settore tirrenico meridionale con annuvolamenti piu' consistenti tra Campania e settori tirrenici di Basilicata e Calabria dove non si escludono deboli e locali piogge. Soleggiato su Sicilia e sulle altre aree peninsulari meridionali ma con nuvolosita' in aumento associate a qualche occasionale debole pioggia nel corso della serata. Ventilazione nord-occidentale fino a burrasca sulla Sardegna, tra moderata e forte sulla Sicilia, moderata sulle regioni del medio-basso Adriatico. Molto agitato il mar di Sardegna, con moto ondoso in aumento temporaneamente fino a grosso

giovedì 2: Condizioni di bel tempo con transito di nuvolosita' poco significativa e locali addensamenti sulle aree alpine di confine dove non si escludono locali fenomeni che risulteranno nevosi a quote superiori ai 1200 metri. Ancora scarsa nuvolosita' ed ampi spazi di sereno sulle regioni centrali salvo locali addensamenti nuvolosi sul settore occidentale della Sardegna. Variabilita' sul settore tirrenico meridionale con occasionali deboli piogge, specie su Campania meridionale e Calabria e prevalenza di schiarite sulle altre aree. Ventilazione moderata, temporaneamente forte sulla Sardegna. Molto agitato il mar di Sardegna con moto ondoso in lenta diminuzione dal pomeriggio

venerdì 3: Aumento della copertura nuvolosa a partire dalle regioni settentrionali in estensione dal pomeriggio a quelle centro-meridionali. Prime piogge in arrivo sempre nel pomeriggio sulle regioni di nord-ovest. Ventilazione non eccedente i valori di soglia su gran parte della penisola tranne sulla Sardegna dove insisteranno ancora i venti da nord-ovest

Tendenza

sabato 4: Cielo molto nuvoloso o coperto su gran parte del territorio con precipitazioni sparse sui settori settentrionali e centrali della penisola con piogge in arrivo anche sulla Sardegna. Le precipitazioni potranno temporaneamente risultare diffuse su basso Piemonte, Liguria, Toscana, Romagna, Umbria, Marche, Lazio e Sardegna occidentale. Venti da deboli a moderati da nord-est sulle regioni del medio-alto Adriatico, sul triVeneto, su regioni tirreniche centro-settentrionali; da nord-ovest moderati sul resto delle regioni con rinforzi lungo le due isole maggiori. Moto ondoso in aumento su tutti bacini con mar di Sardegna e canali principali tendenti a divenire agitati

domenica 5: Molto nuvoloso o coperto inizialmente sulle regioni del centro-nord con piogge sparse ma, con fenomeni in temporanea attenuazione pomeridiana sul settore settentrionale della penisola. Molte nubi anche al sud con precipitazioni anche a carattere di rovescio temporalesco che saranno presenti a partire dalla tarda mattinata in particolare sulla Campania. Parziale attenuazione dei fenomeni soltanto in serata. Venti a rotazione ciclonica deboli a tratti moderati su tutta la penisola in attenuazione serale. Mari inizialmente poco mossi con moto ondoso in aumento durante le ore diurne, in serata nuovo calo del moto ondoso