Previsioni Meteo

Consulta le previsioni meteorologiche
prima di metterti in viaggio!

Previsioni meteo per mercoledì 24

giovedì 25
fascia oraria:
Zoom  per altre informazioni clicca qui sotto clicca sotto    Stampa Stampa Vedi sulla stessa mappa: Traffico  Pedaggi  Servizi  PuntoBlu 
Legenda completa »

Legenda Meteo

  • Rete Autostrade per l'Italia
  • Sereno
  • Nuvoloso
  • Coperto
  • Pioggia
  • Rete Altre Concessionarie
  • Rovesci
  • Temporale
  • Neve
  • Nebbia
a cura di Aeronautica militare Centro Meteo Italiano

Nord

Cielo limpido sgombero da nubi

Centro

Sole e cielo sereno

Sud

Nuvolosita variabile a tratti intensa su Sicilia , Calabria e basilcata con rovesci e temporali diffusi piu evidenti sui settori ionici di Calabria e Sicilia. Poco nuvoloso sulle altre zone con temporanei addensamenti su Puglia e zone interne campane. Temperaturein lieve aumento al meridione , stazionaria sulle altre zoneventi: moderati dai quadranti settentrionali al centro sud con rinforzi su Toscana, alto Lazio e

Temperature

241200 dalle 12:00/utc di oggi, mercoledi' 24 agosto 2016, alle ore 06. 00/utc di domani, giovedi' 25 agosto 2016, sull'Italia si prevede nord: cielo limpido sgombero da nubi. Centro e sardegna: sole e cielo sereno. Sud e sicilia: nuvolosita variabile a tratti intensa su Sicilia , Calabria e basilcata con rovesci e temporali diffusi piu evidenti sui settori ionici di Calabria e Sicilia. Poco nuvoloso sulle altre zone con temporanei addensamenti su Puglia e zone interne campane. Temperaturein lieve aumento al meridione , stazionaria sulle altre zone

Venti

Moderati dai quadranti settentrionali al centro sud con rinforzi su Toscana, alto Lazio e regioni del sud; deboli da nord al settentrione con rinforzi sulle coste dell'alto Adriatico

Situazione in Europa

Sullo scenario il campo barico mantiene la caratteristica configurazione ad omega con il promontorio interciclonico sull'Europa sudoccidentale, una depressione che dall'islanda si estende fino al medio atlantico ed una saccatura polare fino all'ucraina che alimenta il cut-off centrato sullo Jonio dalla quale e' derivato. Il flusso principale rimane fortemente perturbato alle medie latitudini a causa delle varie ondulazioni presenti. Al cut-off ionico e' associata una decisa tda ma in graduale attenuazione. Durante la giornata l'asse del minimo islandese si espande sul medio atlantico e contemporaneamente si avvicina alla penisola iberica, mentre la saccatura polare si estende nuovamente verso sud per il lieve cedimento del campo di massa sull'est europeo, riassorbendo gradualmente il minimo ionico che nel frattempo va colmandosi in loco, bloccato nella sua traslazione verso oriente dall'ampia area anticiclonica presente sul bassopiano sarmatico. Il promontorio, da parte sua, persiste sull'Europa centrale e sudoccidentale anche se inizia a subire la compressione da parte del minimo atlantico. A d+1 la depressione atlantica subisce uno schiacciamento ad opera di un nuovo impulso anticiclonico in arrivo dall'america centrale, mentre la saccatura baltica permane sull'Europa orientale che a sua volta riassorbe completamente il minimo ionico; ad opera di queste due configurazioni bariche il promontorio Mediterraneo subisce un folding sempre piu' evidente. Per fine giornata sul medio atlantico si origina un cut-off relativo che prosegue verso le coste del portogallo, mentre la progressiva compressione del promontorio ne determina il tilting dell'asse principale verso levante, determinando uno stretching della saccatura orientale, bloccata piu' ad est dall'area anticiclonica russa, ed il conseguente isolamento di un minimo relativo sull'ucraina. A d+2 sull'Europa centrale e sudoccidentale permane l'anticiclone a tutte le quote che fa risalire di latitudine la depressione atlantica ormai ridotta a saccatura; piu' ad est, invece, un minimo relativo centrato sul mar nero si allunga fino al golfo della sirte, alimentato da un ramo isolato del getto di origine subtropicale. Il flusso principale torna a scorrere al di sopra del parallelo 50°n con direttrice quasi zonale

Situazione in Italia

Le estreme regioni meridionali, in particolare del settore ionico, sono sotto l'influsso del minimo sopradescritto, con condizioni di instabilita' piu' marcata su Calabria e Sicilia orientale, mentre sul resto del territorio permane un campo di pressioni alte e livellate. Il minimo ionico tende gradualmente a colmarsi in loco. A d+1 il minimo rientra inizialmente in fase con la saccatura baltica, ma il tilting dell'asse del promontorio e la sua relativa moderata espansione verso oriente determina un nuovo isolamento del debole vortice sullo Jonio meridionale, con isolati effetti di instabilita' su Calabria e Sicilia decisamente minori rispetto ai giorni precedenti e limitati alle ore centrali della giornata. A d+2 il geopotenziale tende a risalire anche al sud anche si mantiene una debole curvatura ciclonica che causa della debole attivita' termo convettiva diurna sempre sul settore ionico

Evoluzione

mercoledì 24: Precipitazioni temporalesche deboli su gran parte del settore ionico, moderate localmente forti sulla Calabria ma in attenuazione serale. Tempo stabile e soleggiato altrove. Debole ventilazione settentrionale al sud, con locali rinforzi sul medio e basso Adriatico

giovedì 25: Residua instabilita' su Sicilia e Calabria con annuvolamenti ad evoluzione diurna e deboli precipitazioni convettive pomeridiane in miglioramento serale. Bel tempo altrove

venerdì 26: Condizioni di tempo stabile su tutto il territorio salvo locali formazioni nuvolose ad evoluzione diurna sull'arco alpino e su Sicilia, Calabria e Basilicata con possibilita' di qualche isolato piovasco sui rilievi di queste ultime tre regioni

Tendenza

sabato 27: Tempo stabile e soleggiato su quasi tutto il territorio a parte nuvolosita' medio-alta su Calabria e Sicilia durante le ore centrali della giornata

domenica 28: Annuvolamenti sparsi localmente anche compatti sull'arco alpino con possibilita' di deboli rovesci durante il pomeriggio sui rilievi di confine; bel tempo altrove salvo qualche nube pomeridiana su Sicilia e Calabria