Previsioni Meteo

Consulta le previsioni meteorologiche
prima di metterti in viaggio!

Previsioni meteo per venerdì 24

sabato 25
fascia oraria:
Zoom 
per altre informazioni clicca qui sotto clicca sotto   
Stampa Stampa Vedi sulla stessa mappa: Traffico  Pedaggi  Servizi  PuntoBlu 
Legenda completa »

Legenda Meteo

  • Rete Autostrade per l'Italia
  • Sereno
  • Nuvoloso
  • Coperto
  • Pioggia
  • Rete Altre Concessionarie
  • Rovesci
  • Temporale
  • Neve
  • Nebbia

Nord

Cielo in prevalenza cielo sereno salvo qualche residuo addensamento sulla Romagna nel pomeriggio, con tendenza a velature sulle regioni occidentali dal primo mattino

Centro

Nuvolosita' ancora inizialmente estesa e consistente su Marche ed Abruzzo con residue precipitazioni, in miglioramento daalla sera sulle Marche e durante la notte sull'Abruzzo; prevalente soleggiamento sulle restanti regioni, con qualche nube in piu' nel pomeriggio sui settori piu' orientali di Toscana, Umbria e Lazio

Sud

Su tutte le regioni nuvolosita' irregolare a tratti intensa con schiarite anche ampie sulle coste di Campania, Basilicata tirrenica e sulla Sicilia meridionale: le precipitazioni invece, anche a carattere di rovescio e temporale, saranno sparse su Molise, Puglia e settori tirrenici di Calabria e Sicilia mentre saranno decisamente piu' isolate sulle restanti aree interessando piu' direttamente il settore appenninico di Campania e Basilicata e le aree joniche della Calabria centro-settentrionale, con situazione in generale miglioramento dalla tarda sera seppur con precipitazioni ancora possibili nella notte sui settori tirrenici di Sicilia e Calabria meridionale

Temperature

Massime in aumento su Trentino-Alto Adige, Valle d'Aosta, Sardegna e tutte le regioni che si affacciano sull'Adriatico, stazionarie sul resto d'Italia; minime in lieve calo al nord e su Toscana e Umbria, in aumento al sud e senza variazioni di rilievo sulle rimanenti regioni

Venti

Deboli settentrionali o orientali al nord con locali rinforzi da nord-est sulle coste adraitiche; deboli settentrionali sulla Sardegna, con residui rinforzi sul settore orientale; da moderati a localmente forti sulle restanti regioni, con i rinforzi maggiori su Abruzzo, Molise, Puglia, Basilicata, Calabria e Sicilia

Situazione in Europa

Tre aree depressionarie ben distinte interessano lo scenario: la prima, centrata sull'islanda, si estende fino al medio atlantico; la seconda, sulla siberia, trasla lentamente verso levante; la piu' meridionale, con centro di massa sullo Jonio, continua ad invorticarsi sul settore che va dalla Sicilia alla penisola balcanica. Tra di esse si insinua un promontorio che dalla penisola iberica si estende fino a quella scandinava, e, entrando in fase con l'altra onda anticlonica mediorientale, tende a sostenere il processo di cut-off del minimo ionico. A fine giornata il minimo sull'Italia va lentamente colmandosi e spostandosi verso est spinto ancora dal promontorio atlantico. A d+1 al relativo colmamento del minimo egeo si contrappone una nuova espansione del promontorio sull'Europa centrale, facendo risalire di latitudine la depressione islandese. Nel frattempo una nuova ciclogenesi si presenta sul medio atlantico molto al largo del portogallo. A d+2 la situazione non subisce cambiamenti di rilievo: la depressione islandese spinge ancora sul promontorio atlantico intensificando il gradiente barico sulla gran bretagna dove il flusso principale scorre con direttrice decisamente zonale, presentando poi un'area di divergenza sulla finlandia

Situazione in Italia

Sull'Italia permane una circolazione ciclonica con associati due transienti ben distinti: il primo, piu' strutturato, mantiene la parte occlusa sul medio ed alto Adriatico in estensione al Tirreno; il secondo composto da back bent occlusion e comma post-frontale, caratterizza invece l'area tra la Sicilia e lo Jonio. Il flusso si mantiene settentrionale ben sostenuto, grazie anche al gradiente barico alla media troposfera, richiamando ancora aria fredda continentale un po' su tutte le regioni. A fine giornata la rimonta del promontorio iberico fa traslare lentamente il minimo verso levante. A d+1 il relativo colmamento del minimo ed il contemporaneo allontanamento dal settore italiano tendera' a stabilizzare le condizioni un po' su tutto il territorio. A d+2 rimonta il geopotenziale su gran parte del paese, anche se sulle regioni adriatiche si mantiene una circolazione prettamente ciclonica, che determina dei deboli disturbi sullo Jonio

Evoluzione

venerdì 24: Stabilizzazione delle condizioni al nord e sulle regioni centrali tirreniche, ancora precipitazioni degne di rilievo sul medio Adriatico, specialmente Abruzzo e Molise, e sulle regioni meridionali ma in decisa attenuazione pomeridiana. Residua ventilazione settentrionale in graduale riduzione

sabato 25: Poche nubi un po' ovunque, piu' consistenti sui settori sottovento per la presenza di una residua ventilazione settentrionale

domenica 26: Nuvolosita' variabile a tratti intensa sulle regioni alpine, prealpine ed adriatiche con precipitazioni sparse sul nord-ovest. Poche nubi altrove. Ventilazione debole settentrionale ancora su gran parte del territorio con locali rinforzi

Tendenza

lunedì 27: Molte nubi sulle due isole maggiori, su Calabria, Basilicata e regioni centromeridionali adriatiche con piogge deboli e sparse in intensificazione pomeridiana sulla Sicilia; cielo sereno o poco nuvoloso sulle restanti zone

martedì 28: Ancora nuvolosita' compatta sulle due isole maggiori, su Calabria, Basilicata e regioni centromeridionali adriatiche con precipitazioni sparse, anche a carattere di rovescio o temporale, piu' consistenti sulla Calabria e Basilicata ioniche; cielo pressoche' limpido e terso altrove