Previsioni Meteo

Consulta le previsioni meteorologiche
prima di metterti in viaggio!

Previsioni meteo per lunedì 1

martedì 2
fascia oraria:
Zoom 
per altre informazioni clicca qui sotto clicca sotto   
Stampa Stampa Vedi sulla stessa mappa: Traffico  Pedaggi  Servizi  PuntoBlu 
Legenda completa »

Legenda Meteo

  • Rete Autostrade per l'Italia
  • Sereno
  • Nuvoloso
  • Coperto
  • Pioggia
  • Rete Altre Concessionarie
  • Rovesci
  • Temporale
  • Neve
  • Nebbia

Nord

Cielo in prevalenza sereno su nord ovest e Lombardia; addensamenti sparsi su triVeneto ed Emilia Romagna con qualche annuvolamento in piu' che persistera' su Romagna, coste venete e zone orientali del Friuli venezia giulia

Centro

Sereno o poco nuvoloso sulla Sardegna con qualche addensamento residuo; ampie schiarite sulla Toscana con qualche addensamento ed isolati residui piovaschi sulle aree orientali appenniniche; tendenza ad ampie schiarite anche sul Lazio a partire dalle aree occidentali della regione mentre sulle aree interne appenniniche si potranno avere residui rovesci; cielo molto nuvoloso su tutte le restanti regioni con precipitazioni diffuse anche temporalesche localmente intense su Marche, Abruzzo e Umbria orientale

Sud

Nuvolosita' irregolare su Sicilia, Calabria e Basilicata con annuvolamenti piu' compatti sulle aree costiere tirreniche con possibili rovesci sparsi che in serata potranno interessare temporaneamente anche i settori ionici; in generale molto nuvoloso sulle restanti regioni con precipitazioni sparse a prevalente carattere temporalesco che risulteranno localmente intense su Campania, Molise e Puglia settentrionale

Temperature

Minime in diminuzione su pianura padana e zone pianeggianti del Piemonte e su tutto il centro sud; stazionarie o in lieve aumento sulle restanti regioni

Venti

Moderati dai quadranti settentrionale sulle regioni del centro e del nord con rinforzi di vento forte sulle regioni peninsulari; forti di maestrale sulle due isole maggiori; da moderati a forti sud occidentali al meridione

Situazione in Europa

Lo scenario euro-atlantico e' dominato da una vasta depressione con duplice centro di massa sulla groenlandia e sull'islanda, cui si oppongono una ripresa del campo di massa sul vicino atlantico e la persistenza di una anomalia positiva sempre del campo di massa sulla scandinavia e sulla Russia europea. Ne conseguono un flusso ad elevato gradiente e elevata zonalita' a sud del 50°n in atlantico e un brusco rallentamento del flusso sull'Europa centrale, con il getto che subisce un delta assumendo con il ramo meridionale una decisa direttrice settentrionale, flusso che alimenta un cut-off posizionato sull'Italia centro-settentrionale. A d+1 il centro di massa posizionato sulla groenlandia della depressione principale scende di latitudine sotto la spinta del getto in uscita dal canada, mentre quello sull'islanda sale verso nord. Ne consegue un ulteriore sviluppo del promontorio atlantico, con il flusso perturbato principale che assume una direttrice sudoccidentale investendo la scandinavia. Cio' interrompe l'alimentazione al cut-off sul Mediterraneo, pur in presenza di un appena accennato disturbo in quota che confluisce nella circolazione depressionaria conferendole caratteristica di bipolarita'. A d+2 il promontorio atlantico subisce un tilting verso nord-est e una contemporanea erosione alla base ad opera il primo del flusso perturbato principale e la seconda del flusso secondario. Tende cosi' ad isolarsi un gyre sull'Europa centro-settentrionale innescando una configurazione a blocco di rex sul continente

Situazione in Italia

Sull'Italia e' in atto una discesa di aria fredda associata al cut-off con un flusso che si presenta settentrionale al traverso delle Alpi e con anomalia attiva della tropopausa dinamica sulle regioni centrali a seguire il sistema frontale freddo in rapida discesa verso meridione. Ne consegue una rapida caduta della pressione atmosferica, con minimo principale posizionato sulle regioni del medio Tirreno in procinto di subire uno split orografico ad opera della catena appenninica. Il flusso dinamicamente piu' attivo e' preceduto da un flusso meridionale sul basso Tirreno, con confluenza nei bassi strati che genera un forcing convettivo pre-frontale. Il fronte freddo inoltre, con la genesi del minimo secondario sull'Adriatico, evolvera' in occlusione nella seconda parte della giornata, mentre la tda scorrera' verso il basso Tirreno. A d+1 il cut-off scende verso lo Jonio, mentre il disturbo in quota che viaggia nel flusso principale da origine ad un secondo minimo in approccio alle regioni di nord-est da meta' giornata. Nei bassi strati, persiste un sostenuto battente di pressione settentrionale. A d+2 mentre il cut-off va in colmamento sulla grecia, il secondo minimo subisce un temporaneo approfondimento; si genera cosi' una fascia di baroclinicita' disposta dalle regioni di nord-ovest al meridione ionico. Il gradiente barico tuttavia subisce una graduale attenuazione

Evoluzione

lunedì 1: Rapido miglioramento sul nord-est e sull'Emilia Romagna, con schiarite gia' ampie sul nord-ovest, ma con ventilazione che rinforza per venti foehn nelle vallate e per bora sulle coste del Friuli venezia giulia e del Veneto. Migliora anche sulla Toscana. Temporali sparsi sulle regioni centrali, piu' intensi su Marche, Umbria e Abruzzo e piu' localizzati sul Lazio, dove arriveranno delle schiarite dal tardo pomeriggio. Temporali prefrontali sul basso versante tirrenico e frontali sulla Campania, sul Molise e sulla Puglia, dove saranno anche intensi, e su Basilicata, Calabria e Sicilia settentrionale, fenomeni questi ultimi essenzialmente legati all'interazione del flusso con l'orografia. Ventilazione sostenuta su tutto il centro-sud e sulle isole

martedì 2: Persistono rovesci sparsi e isolati temporali sulle regioni centrali adriatiche e sul meridione, con fenomeni piu' diffusi su Abruzzo, Molise, Puglia garganica, Puglia salentina, entroterra campano e zone costiere della Sicilia e della Calabria tirreniche. Ancora vento forte dai quadranti settentrionali al centro-sud

mercoledì 3: Nuovo impulso perturbato sulle regioni settentrionali, con interessamento piu' deciso della pianura padana centro-orientale e dell'Appennino dell'Emilia Romagna, dove arriveranno piogge sparse e isolati rovesci o temporali. Rovesci e temporali sparsi sulle regioni del medio e basso Adriatico in trasferimento al medio e basso Tirreno nella seconda parte della giornata. Ventilazione settentrionale ancora sostenuta ma non piu' eccedente la soglia di attenzione

Tendenza

giovedì 4: Schiarite al nord, ma con rovesci o temporali in arrivo sui monti nel pomeriggio. Nubi sparse al centro-sud, con piogge piuttosto diffuse, specie sul versante Adriatico e sulle zone interne in generale. Temperature senza variazioni importanti, venti mediamente settentrionali da deboli a moderati e mari da poco mossi a mossi

venerdì 5: Variabilita' su tutte le regioni, con nuvolosita' piu' consistente sul nord-est e sulle regioni del versante Adriatico, dove saranno ancora una volta piu' probabili le piogge. Temperature senza variazioni di rilievo, venti ancora mediamente settentrionali o orientali e mari sempre da poco mossi a mossi