Previsioni Meteo

Consulta le previsioni meteorologiche
prima di metterti in viaggio!

Previsioni meteo per domenica 26

lunedì 27
fascia oraria:
Zoom  per altre informazioni clicca qui sotto clicca sotto    Stampa Stampa Vedi sulla stessa mappa: Traffico  Pedaggi  Servizi  PuntoBlu 
Legenda completa »

Legenda Meteo

  • Rete Autostrade per l'Italia
  • Sereno
  • Nuvoloso
  • Coperto
  • Pioggia
  • Rete Altre Concessionarie
  • Rovesci
  • Temporale
  • Neve
  • Nebbia
a cura di Aeronautica militare Centro Meteo Italiano

Nord

Molto nuvoloso a ridosso delle aree alpine, prealpine e pianure pedemontane limitrofe con associati rovesci temporaleschi; parzialmente nuvoloso sulle rimanenti aree con addensamenti associati ad isolati e sporadici rovesci specie sul Piemonte ed aree di pianura a nord del po; dalla sera intensificazione dei fenomeni ad iniziare dalla fascia prealpina lombarda con temporali anche intensi che, nel corso della notte, si estenderanno al Veneto e Friuli-Venezia Giulia, per raggiungere infine al mattino l'Emilia-Romagna ma piu' attenuati

Centro

Sereno o poco nuvoloso ma con nuvolosita' cumuliforme in sviluppo sui rilievi tra Lazio ed Abruzzo con locali rovesci temporaleschi pomeridiani in attenuazione serale, mentre nubi medio-alte stratiformi raggiungeranno la Sardegna dalla sera per estendersi successivamente sul Lazio

Sud

Parzialmente nuvoloso sul Molise, Puglia, Basilicata e rilievi campani con rovesci temporaleschi pomeridiani in attenuazione serale; sereno o poco nuvoloso sulle rimanenti aree con annuvolamenti tra la notte ed il mattino di domani sulla Sicilia occidentale e coste tirreniche peninsulari

Temperature

In generale diminuzione specie al nord;

Venti

Deboli variabili al nord con rinforzi da nordest sulle coste adriatiche e forti raffiche di vento nelle aree temporalesche; guria; deboli occidentali al centro-sud con rinforzi da nordovest sulla Sardegna e coste ioniche della Sicilia e Calabria

Situazione in Europa

Il comparto euro-atlantico continua ad essere dominato dalla presenza di due vaste aree anticicloniche la prima in espansione dal medio atlantico verso le coste occidentali della penisola iberica, la seconda decisamente piu' ad est posizionata sull'entroterra russo, con centro di massa a nord del mar nero, in espansione verso le aree baltiche e l'area scandinava. Le due configurazioni sono intervallate dalla depressione d'islanda, con minimo principale in traslazione dalle isole britanniche ed i paesi bassi e verso il mare del nord, che interessa gran parte del settore occidentale e centrale europeo mattinata con coinvolgimento delle regioni settentrionali italiane. Per fine scadenza una nuova depressione in uscita dalla groenlandia ed in traslazione verso l'islanda tende ad entrare in fase con la sopra menzionata saccatura. Piu' a sud in corrispondenza dell'area egea continua a risultare evidente un cut-off in graduale fase di colmamento posizionato all'interno del flusso secondario in scorrimento su gran parte del Mediterraneo che, seppur mediamente ondulato, tende ad assumere componente zonale. A d+1 la nuova configurazione dominata dalla depressione con minimo principale ora sull'islanda tende a dominare la porzione di scenario compresa tra le isole britanniche e l'Europa centrale con interessamento ancora delle regioni italiane. La porzione piu' meridionale della saccatura e l'asse ad essa collegato tendono a traslare verso levante seppur rallentati parzialmente dalla presenza dell'anticiclone sull'est europeo. A d+2 ulteriore traslazione verso est della parte meridionale della saccatura sopra descritta che tende ad essere elisa dalla depressione principale centrata sull'islanda a causa della decisa rimonta del geopotenziale che prendera' atto dal Mediterraneo occidentale verso il comparto centrale del bacino e del continente europeo

Situazione in Italia

Geopotenziale in ulteriore cedimento sulle regioni settentrionali per delle correnti sudoccidentali cicloniche associate alla depressione atlantica presente sul continente europeo. Sul resto del territorio agisce invece un flusso mediamente anticiclonico che tende a produrre condizioni decisamente piu' stabili seppur con termo-convezione nelle zone interne peninsulari durante le ore piu' calde della giornata. A d+1 graduale traslazione della depressione verso levante e contestuale ingresso sul Mediterraneo centrale ed occidentale di correnti in quota di provenienza mediamente nordoccidentale che tenderanno a stabilizzare lo stato del tempo anche al settentrione durante la seconda parte della giornata. A d+2 decisa rimonta del geopotenziale sul Mediterraneo occidentale e centrale con conseguente stabilizzazione delle condizioni sull'intera penisola e sulle due isole maggiori

Evoluzione

domenica 26: Condizioni decisamente perturbate tra Lombardia e triVeneto con parziale interessamento del settore piu' settentrionale del'Emilia Romagna. Inizialmente scarsa la fenomenologia al nord ma con tendenza ad amplificarsi per fine giornata sul Piemonte centro-occidentale. Sul resto del territorio tempo decisamente piu' stabile seppur in presenza di nuvolosita' ad evoluzione diurna, specie nelle zone interne peninsulari, in grado di dar luogo a locali rovesci ed isolati temporali

lunedì 27: Ancora instabilita' abbastanza diffusa al nord piu' pronunciata al primo mattino tra Lombardia centro-meridionale, triVeneto ed i forma piu' attenuata su Emilia Romagna con parziale coinvolgimento di Marche, settore orientale di Umbria e zone interne di Abruzzo. Decisa attenuazione della fenomenologia per fine scadenza. Ampi spazi sereni sul resto del paese anche se non mancheranno un po' di nubi, comunque poco consistenti, in temporaneo transito dalle isole maggiori verso il settore centro-meridionale peninsulare. Ventilazione occidentale in intensificazione su Sardegna settentrionale e di provenienza mediamente nordorientale su alto Adriatico

martedì 28: Condizioni che tendono a farsi sempre piu' stabili su tutto il territorio anche se non manchera' un po' di nuvolosita' sui rilievi alpini, su Piemonte e temporaneamente sul settore meridionale tirrenico ma scarsa o nulla fenomenologia associata

Tendenza

mercoledì 29: Nuvolosita' in aumento al nord, su Sardegna e su regioni centrali peninsulari con associate piogge diffuse e temporali sparsi soprattutto su Valle d'Aosta, Piemonte e settore centro-settentrionale di Lombardia. Piu' stabile ed all'insegna di ampi spazi sereni sul resto del paese

giovedì 30: Moderato maltempo al nord con parziale interessamento del centro peninsulare. Le precipitazioni inizialmente sul nordovest si trasferiranno verso le regioni nordorientali gia' in mattinata per poi esaurirsi su tutto il settentrione a partire dalla serata. Il tempo si manterra' stabile ed in prevalenza soleggiato sulle regioni meridionali seppur in presenza di passaggi nuvolosi temporaneamente estesi ma poco consistenti