Previsioni Meteo

Consulta le previsioni meteorologiche
prima di metterti in viaggio!

Previsioni meteo per domenica 2

domenica 2
fascia oraria:
Zoom 
per altre informazioni clicca qui sotto clicca sotto   
Stampa Stampa Vedi sulla stessa mappa: Traffico  Pedaggi  Servizi  PuntoBlu 
Legenda completa »

Legenda Meteo

  • Rete Autostrade per l'Italia
  • Sereno
  • Nuvoloso
  • Coperto
  • Pioggia
  • Rete Altre Concessionarie
  • Rovesci
  • Temporale
  • Neve
  • Nebbia
a cura di Aeronautica militare Centro Meteo Italiano

Nord

Residua instabilita' su triVeneto con isolati rovesci sparsi su Trentino, alto Veneto e Friuli in ulteriore attenuazione del pomeriggio. Prevalenza di cielo poco nuvoloso sul resto del settentrione con addensamenti residui sull'Appennino tosco emiliano e sulle zone alpine e prealpine delle regioni nord-occidentali

Centro

Tempo instabile nel pomeriggio su Marche ed Abruzzo con locali rovesci o temporali in estensione ad Umbria e zone interne di Lazio. Dalla serata attenuazione dei fenomeni ovunque ma persisteranno annuvolamenti irregolari su Marche ed Abruzzo. Dalla notte isolati rovesci sparsi localmente abbondanti e a carattere temporalesco su parte meridionale delle Marche e zone piu' vicino alle coste dell'Abruzzo nubi sparse sulle restanti aree con temporanei addensamenti nuvolosi sulle zone interne della Toscana nel pomeriggio mentre poche nubi sulla Sardegna con prevalenza di cielo sereno o poco nuvoloso

Sud

Inizialmente cie

Temperature

021200 dalle 12. 00/utc di oggi, domenica 02 agosto 2015, alle 06. 00/utc di domani, lunedi' 03 agosto 2015, sull'Italia si prevede nord: residua instabilita' su triVeneto con isolati rovesci sparsi su Trentino, alto Veneto e Friuli in ulteriore attenuazione del pomeriggio. Prevalenza di cielo poco nuvoloso sul resto del settentrione con addensamenti residui sull'Appennino tosco emiliano e sulle zone alpine e prealpine delle regioni nord-occidentali. Centro e sardegna: tempo instabile nel pomeriggio su Marche ed Abruzzo con locali rovesci o temporali in estensione ad Umbria e zone interne di Lazio. Dalla serata attenuazione dei fenomeni ovunque ma persisteranno annuvolamenti irregolari su Marche ed Abruzzo. Dalla notte isolati rovesci sparsi localmente abbondanti e a carattere temporalesco su parte meridionale delle Marche e zone piu' vicino alle coste dell'Abruzzo nubi sparse sulle restanti aree con temporanei addensamenti nuvolosi sulle zone interne della Toscana nel pomeriggio mentre poche nubi sulla Sardegna con prevalenza di cielo sereno o poco nuvoloso. Sud e sicilia: inizialmente cielo da poco nuvoloso a localmente parzialmente nuvoloso ma con nubi a sviluppo diurno sulle aree piu' interne dove non si escludono, durante le ore pomeridiane, locali rovesci o temporali specie su Molise, Puglia, zone interne della Campania, Appennino calabro lucano e zone interne della Sicilia orientale. Dalla notte peggioramento con aumento delle nubi su Molise e Puglia e rovesci sparsi. Temperature in sensibile aumento sulle regioni nord occidentali e al sud; in flessione sulle regioni centrali specie quelle adriatiche e la Sardegna

Venti

Generalmente deboli, in prevalenza dai quadranti orientali al nord,settentrionali su Sardegna e sulle regioni adriatiche dove si verificheranno rinforzi lungo le coste. meridionali sul resto della penisola con tendenza a divenire nord-orientali dalla serata ed a rinforzare sulle regioni centro meridionali tirreniche

Situazione in Europa

Lo scenario europeo e' caratterizzato da un flusso perturbato diretto zonalmente tra i paralleli 50° e 60° n che separa una vasta area ciclonica, a latitudini settentrionali, da unltra area contraddistinta da elevati valori di geopotenziale sull'area mediterranea. In esso viaggiano una serie di transienti che riescono appena marginalmente ad interessare i paesi mediterranei, ed in particolare, un cavo d'onda in transito sul settentrione italiano richiamando aria fredda in quota mantiene attive condizioni di instabilita' sull'area adriatica allontanando, temporaneamente, sensazione di afa sul territorio italiano. Nel contempo, una nuova flessione del geopotenziale da ovest tendera' ad ondulare il flusso principale che, successivamente, assumera' una configurazione decisamente ciclonica per l'approfondimento di una saccatura in uscita dal minimo ad ovest della gran bretagna. A d+1 persiste un blocco pressorio sul medio oriente, mentre un moderato approfondimento della saccatura britannica verso la penisola iberica determina un lieve spostamento verso levante del promontorio presente sul Mediterraneo centrale con conseguente provenienza sud occidentale del flusso principale. Nel contempo, una ull sui balcani, anche se piuttosto debolmente, continua ad instabilizzare il settore Adriatico con il suo debole richiamo di aria fredda in quota. A d+2 il passaggio di un asse di saccatura sulla francia ed il successivo approfondimento del minimo britannico con la rotazione di un secondo asse modificano sostanzialmente il flusso conferendogli una marcata zonalita' sul settore occidentale del continente, con una successiva traiettoria verso la penisola scandinava

Situazione in Italia

La configurazione barica sulla penisola e' caratterizzata dal transito di una saccatura verso i balcani e da una lieve ripresa del geopotenziale sui mari occidentali. Tuttavia, collegato alla saccatura, un flusso di aria fredda in quota mantiene ancora attive condizioni di instabilita' sul settore Adriatico. A d+1 mentre la saccatura tende ad un cut off nell'entroterra balcanico per la spinta da ovest dall'aumento del geopotenziale, una lieve ondulazione continuera' a dar luogo a moderata instabilita' sul basso settore Adriatico, specie pomeridiana, ma con fenomeni al di sotto della soglia minima di attenzione. A d+2 la presenza di un delta del flusso determinera' il passaggio verso levante di un asse di saccatura sulle regioni settentrionali che limitera' l'instabilita' all'arco alpino mentre una serie di minimi in quota sul settore balcanico attiveranno delle aree temporalesche, specie nel corso del pomeriggio, sulle aree meridionali

Evoluzione

domenica 2: Moderata instabilita' su triVeneto e Romagna ma con tendenza a miglioramento salvo locali persistenze fino a sera sulle aree montuose. Prevalenza di schiarite sul resto del settentrione. Poche nubi sulla Sardegna e Toscana con prevalenza di ampie schiarite. Tempo instabile su Marche ed Abruzzo con locali rovesci o temporali in parziale sconfinamento ad Umbria e zone interne di Lazio. Instabilita' diurna al sud dove non si escludono locali rovesci o temporali sulle aree piu' interne

lunedì 3: Bel tempo su tutte le regioni settentrionali con poche nubi e prevalenza di sereno. Qualche velatura in arrivo a fine giornata sul settore occidentale. Cielo sereno o poco nuvoloso su Sardegna, settore tirrenico ed Umbria. Nubi sparse localmente compatte su Marche ed Abruzzo con locali acquazzoni su quest'ultima regione ed in generale assorbimento serale. Moderata variabilita' su Molise, Puglia e Basilicata con nubi sparse e localmente compatte che daranno luogo a qualche rovescio o temporale specie nel corso del pomeriggio. Prevalenza di spazi di sereno sul resto del meridione

martedì 4: Iniziali condizioni di bel tempo su tutte le regioni. Seguira' un graduale aumento della copertura nuvolosa da ovest con occasionali rovesci ed isolati temporali sulle aree montuose alpine specie su Trentino alto adige ed alto Veneto. Nubi in temporaneo aumento durante le ore piu' calde anche al sud con sporadici piovaschi associati a ridosso delle aree appenniniche

Tendenza

mercoledì 5: Persistono condizioni di bel tempo ma con addensamenti nuvolosi in formazione pomeridiana con associate locali precipitazioni sull'arco alpino e sulle aree appenniniche meridionali

giovedì 6: Nubi sparse sulle estreme regioni meridionali in temporaneo aumento pomeridiano con occasionali piovaschi associati; prevalenza di sereno sul resto della penisola