Previsioni Meteo

Consulta le previsioni meteorologiche
prima di metterti in viaggio!

Previsioni meteo per giovedì 27

venerdì 28
fascia oraria:
Zoom  per altre informazioni clicca qui sotto clicca sotto    Stampa Stampa Vedi sulla stessa mappa: Traffico  Pedaggi  Servizi 
Legenda completa »

Legenda Meteo

  • Rete Autostrade per l'Italia
  • Sereno
  • Nuvoloso
  • Coperto
  • Pioggia
  • Rete Altre Concessionarie
  • Rovesci
  • Temporale
  • Neve
  • Nebbia
a cura di Aeronautica militare Centro Meteo Italiano

Nord

Velature del cielo in progressivo diradamento nel corso del giorno. Temporanei addensamenti piu' compatti sui rilievi di confine specie nel pomeriggio. Domani mattina cielo generalmente sereno o poco nuvoloso, locali addensamenti sulla Liguria

Centro

Temporanei addensamenti su Marche ed Abruzzo nella prima parte del pomeriggio, altrove cielo generalmente sereno o poco nuvoloso con qualche nube in piu' in prossimita' dei rilievi appenninici. Dissolvimento delle nubi su tutti i settori durante il tardo pomeriggio sera

Sud

In prevalenza nuvoloso sul settore tirrenico di Calabria, Basilicata e Sicilia nonche sulla parte piu' meridionale della Campania e della Puglia con possibilita' di isolate precipitazioni nel corso del pomeriggio. Generale diradamento di nubi e fenomeni dalla sera. Cielo sereno o poco nuvoloso

Temperature

Generalmente stazionarie sulla pianura padana e sulla Sicilia orientale, in aumento sul resto della penisola

Venti

Moderati con rinforzi di vento forte di maestrale su: Sardegna; Sicilia; coste tirreniche meridionali e sulla Puglia; deboli variabili sulla altre zone

Situazione in Europa

Una vasta area depressionaria interessa quasi tutto il settore settentrionale dello scenario; all'interno di essa si identificano diversi minimi, la maggior parte dei quali trasla oltre il parallelo 50°n, mentre il piu' meridionale, ed anche il piu' importante si sviluppa in senso meridiano sull'Europa orientale fino alla penisola greca; sull'area franco-iberica e sul Mediterraneo occidentale e' presente un promontorio che si allunga fino alla penisola italiana; un altro promontorio si sviluppa poi tra il medio oriente e la pianura russa. Il flusso perturbato principale scorre con componente zonale fino ai paesi bassi dove devia verso s per entrare poi sul Mediterraneo centrale e divergere verso il mar nero. Per fine giornata la continua ripresa del geopotenziale sul settore occidentale europeo e la sua contemporanea espansione verso levante, determinano un'ulteriore compressione del minimo, che presenta ormai un asse di saccatura ben pronunciato ad est del meridiano 20°e, favorendo nel contempo anche l'iniziale processo di cut-off dello stesso che entra inoltre in fase con la depressione atlantica. Contemporaneamente il promontorio orientale tende a svilupparsi ed ad espandersi a latitudini molto alte verso la scandinavia, determinando un blocco di rex sull'alto atlantico. A d+1 il promontorio orientale trasla verso levante cedendo gradualmente il campo alla saccatura che e' a sua volta spinta dall'anticiclone atlantico che pero' e' limitato all'Europa meridionale a causa della depressione britannica che rimane centrata al largo delle isole britanniche ed in fase con la saccatura suddetta. Il flusso principale scorre zonalmente a latitudini medie; l'anticiclone atlantico richiama aria subtropicale marittima su tutta l'Europa meridionale. A d+2 si consolida l'anticiclone su tutta l'area centromeridionale europea con il flusso perturbato che scorre con direttrice sudoccidentale sul settore settentrionale del continente, mentre una debole tda influenzera' dalla seconda parte della giornata l'area piu' a nord della penisola italiana

Situazione in Italia

Un deciso e rapido aumento del geopotenziale sul settore sudoccidentale europeo allontana definitivamente dalle regioni italiane la saccatura favorendo al suo seguito avvezione di aria subtropicale marittima che sara' responsabile di una decisa ripresa del campo termico, anche se la presenza del flusso principale determinera' ancora correnti nordoccidentali sul versante Adriatico. A d+1 l'ulteriore espansione dell'anticiclone sul Mediterraneo stabilizza ancor di piu' le condizioni atmosferiche su gran parte del territorio, seppur permangono ancora degli effetti ciclonici sul nord-est. Continua la ripresa del campo termico. A d+2 persiste un campo di pressioni alte e livellate su gran parte del territorio con condizioni stabili che favoriranno una ulteriore intensificazione del campo termico; dal pomeriggio, tuttavia, il transito di una tda al settentrione determinera' una flessione del geopotenziale con una relativa intensificazione dei fenomeni convettivi sui rilievi alpini e sulle aree pianeggianti centroccidentali dalle prime ore serali

Evoluzione

giovedì 27: Residue, ma deboli precipitazioni, anche temporalesche, sul versante tirrenico meridionale e sul salento in attenuazione pomeridiana. Locali rinforzi di vento sulla Sardegna settentrionale e sul basso Tirreno in riduzione dal pomeriggio

venerdì 28: Isolati e debolissimi fenomeni termoconvettivi sull'arco alpino e sulla Liguria di levante durante la prima parte della giornata

sabato 29: Ancora isolati fenomeni a carattere di rovescio al mattino sulla Liguria e sull'arco alpino e prealpino, piu' diffusi ed anche a carattere temporalesco dal pomeriggio sui rilievi maggiori ed in estensione anche alle aree pianeggianti centroccidentali del settentrione; nella serata i fenomeni si intensificheranno localmente tra alto Piemonte e Lombardia, interessando anche le aree pianeggianti dell'Emilia-Romagna, mentre cesseranno gradualmente altrove

Tendenza

domenica 30: Al nord nuvolosita' diffusa al mattino con fenomeni temporaleschi concentrati e diffusi dapprima sul settore centrorientale, ma in trasferimento poi a tutte le aree alpine e prealpine, seppur in forma meno consistente; atteso dalla serata un progressivo miglioramento sui rilevi del triVeneto, mentre residui temporali interesseranno ancora nelle ore serali ancora l'arco alpino centroccidentale; altrove la giornata si aprira' all'insegna del bel tempo ma con annuvolamenti in formazione dalla tarda mattinata sul settore appenninico ed Adriatico con locali deboli rovesci, in successiva attenuazione serale

lunedì 31: Nubi sparse sulle Alpi e lungo la dorsale appenninica con locali deboli fenomeni convettivi sui rilievi alpini maggiori, in riduzione serale su quelli del settore centrorientale; cielo generalmente sereno sul resto del territorio