go top
cerca
cerca fino alla data

 

PONTE GENOVA, ASPI: MAI FORMALIZZATA ALCUNA CAUSA PER IL CROLLO

Roma, 18 febbraio 2019 - In merito alle indiscrezioni pubblicate oggi sulla stampa, Autostrade per l'Italia ricorda che l'ipotesi del crollo - come conseguenza della caduta di un coil d'acciaio trasportato dal rimorchio di un TIR - è stata pubblicamente avanzata non dalla società, ma da alcuni soggetti esterni all'azienda, anche del mondo accademico, presumibilmente in considerazione della particolare posizione a terra del coil.
 
 
Rispetto alle indiscrezioni sulla testimonianza che avrebbe rilasciato l'autista di nazionalità ceca della Sped.it, è opportuno ricordare che il veicolo da lui guidato è stato ritrovato a terra ad almeno 160 metri di distanza dal TIR che trasportava il coil, e che tra i due camion erano presenti numerosi altri veicoli, inclusi mezzi pesanti, peraltro in una condizione di minima visibilità, a causa dell'intensa pioggia in atto.
 
 
Autostrade per l'Italia formalizzerà alle autorità competenti una ipotesi sul crollo non appena i consulenti della società avranno terminato di analizzare le informazioni disponibili per ricostruire le possibili cause, debitamente supportate da analisi numeriche e strutturali.