go top
cerca
cerca fino alla data

 

ASPI: ISPEZIONI IN CORSO BASATE SU PRESCRIZIONI MIT E SU RISPETTO DELLE NORME. FOCUS DOMANI SU AZIONI PER ALLEVIARE PROBLEMATICHE DI VIABILITÀ. COL DICASTERO SARANNO VALUTATE ULTERIORI FORME DI AGEVOLAZIONE DEL PEDAGGIO .

Roma, sabato 27 giugno 2020. Autostrade per l'Italia prenderà parte, domani, all'incontro con il MIT, con l'auspicio di dirimere le azioni da adottare per alleviare il più possibile le problematicità legate alla necessità di gestire manutenzioni e ispezioni nelle 285 gallerie liguri sulla base delle prescrizioni giunte a fine maggio dal Dicastero – che hanno inizialmente posto una deadline inderogabile di fine attività al 30 giugno - e nel pieno rispetto del quadro normativo di riferimento. La società ha iniziato lo scorso gennaio un piano di controlli delle 587 gallerie della rete nazionale, basato sulla metodologia del CETU, Le Centre d'Etudes Des Tunnels del governo francese. La prima fase di controlli è giunta sostanzialmente al 100% nelle regioni dove ASPI è presente. Per quanto riguarda la Liguria, la percentuale di gallerie controllate era del 95% e, a seguito delle prescrizioni di maggio, sono immediatamente iniziati ulteriori controlli nella stragrande maggioranza dei tunnel. A fronte di tali prescrizioni, ASPI ha integrato ulteriormente e messo in campo tutte le forze e le competenze disponibili (1000 tecnici specializzati, al lavoro h24 e 7 giorni su 7), elaborando inoltre, tra i diversi scenari, un piano di massima densità di cantieri a partire dall'A26. Tali scenari saranno analizzati domani al Mit per la necessaria condivisione e, successivamente, alla Prefettura di Genova. Proprio in quest'ottica, ASPI presenterà anche una prima valutazione dei tempi per l'applicazione del metodo di indagine alternativo allo smontaggio dei rivestimenti in galleria elaborato in collaborazione con il MIT stesso e sottoposto alla validazione dell'Università di Chieti, che si basa sulla propagazione e sull'analisi delle onde acustiche. Considerata la priorità assoluta delle attività legate alla sicurezza, Aspi valuterà domani congiuntamente con il Mit ulteriori forme di agevolazione dei pedaggi, anche per il traffico di attraversamento della Regione.