Ente concedente

Stakeholders

Autostrade per l'Italia opera sulla rete autostradale in virtù di un contratto di concessione valida fino al 2038.La Convenzione Unica, sottoscritta tra Anas (allora Concedente) e Aspi (Concessionario) il 12.10.07, divenuta efficace ai sensi della L. 101/08, disciplina in via esclusiva il rapporto tra Concedente e Concessionario e sostituisce ad ogni effetto la convenzione originaria.. Tra le altre indicazioni, il documento definisce con quali criteri il Gruppo debba offrire il servizio, le modalità in cui viene adeguato il pedaggio, gli interventi migliorativi che l'Azienda deve realizzare e il termine temporale entro cui ultimarli. L'impegno profuso da Autostrade per l’Italia per il rispetto dei parametri previsti dalla Convenzione è testimoniato dalla trasparenza con cui il Gruppo espone il proprio operato alla verifica del concedente. In virtù di quanto disposto dall’art. 36 del DL 98/11, l’Anas, a decorrere dal 1.10.12, non svolge più funzioni di soggetto concedente, le quali sono automaticamente passate al Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, che le esercita attraverso la Struttura di vigilanza sulle concessionarie autostradali.

Il confronto con il concedente è continuativo e sistematico e si realizza:

  • 1

    tramite incontri periodici

    per la verifica e il monitoraggio degli adempimenti sulle principali tematiche della Convenzione (investimenti, manutenzioni, esodo ecc.)

  • 2

    nella definizione di un programma di monitoraggio

    sulla qualità del servizio consistente in verifiche svolte in contradditorio lungo la rete (sono stati stabiliti 18 parametri indicativi)

  • 3

    nella pubblicazione annuale della Carta dei Servizi

    che recepisce le Istruzioni operative fornite dall’Anas e definisce gli standard qualitativi del servizio offerto