Asilo Nido “Il casello dei piccoli”

Case studies

Un progetto che si inserisce nell’ambito delle iniziative intraprese nei confronti dei dipendenti, al fine di sostenere e favorire la conciliazione della vita familiare con quella lavorativa.
L'asilo nido, una struttura che sorge nel complesso di Villa Fassini, adiacente alla sede di Roma, è un prezioso sostegno per le mamme che lavorano in azienda, ma non solo. Infatti la responsabilità sociale nei confronti del territorio è dimostrata anche dai 20 posti che ogni anno saranno messi a disposizione dei bambini residenti nel VI Municipio.


La struttura, architettonicamente all’avanguardia, è in grado di ospitare fino a 60 bambini, in età compresa fra i 3 mesi ed i 3 anni.


Particolare importanza viene attribuita all’organizzazione e alla cura degli spazi, organizzati in maniera funzionale ai bisogni dei piccoli ospiti ed ai loro ritmi di sviluppo e tali da permettere l’elaborazione di esperienze ludiche e di crescita.


All’interno della programmazione educativa del nido, rivestono un’attenzione peculiare i laboratori realizzati per favorire lo sviluppo naturale del bambino nelle aree motorio, sensoriale, espressivo - comunicativa e linguistica.


Il nido è stato concepito come una realtà ecologica dove sono presenti attività didattiche incentrate sulla natura e la sostenibilità ambientale: oltre all’alimentazione prevalentemente biologica, vengono realizzati laboratori come “orto al nido”, “raccolta differenziata”, “riciclo e costruzione del giocattolo”, in cui vengono realizzati giocattoli unici con i materiali di scarto e con l’aiuto della fantasia.


Di rilevanza anche il laboratorio di lingua inglese tenuto da un educatore madrelingua e strutturato per permettere al bambino il riconoscimento e la comprensione delle prime parole in lingua straniera.


Alla base del progetto educativo sta anche il riconoscimento della centralità delle relazioni con la famiglia. Infatti, la partecipazione dei genitori alla vita del nido e l’attenzione alle modalità di relazione tra staff educativo e genitori sono considerati elementi fondamentali: questo attento coinvolgimento delle famiglie garantisce la continuità educativa ed è strutturato anche attraverso iniziative di sostegno alla genitorialità, come l’organizzazione di seminari tematici tenuti da esperti del mondo dell’infanzia e assemblee di confronto e di condivisione del progetto pedagogico.