Autostrade per l’Italia e Telepass al giro d’Italia 2012

Case studies

La sicurezza stradale e la valorizzazione del territorio sono da sempre obiettivi di Autostrade per l’Italia. Per diffondere la cultura del viaggiare sicuro e raggiungere il traguardo della promozione del territorio, Autostrade per l’Italia e Telepass hanno pedalato insieme ai ciclisti del Giro d’Italia 2012. Dalla sponsorizzazione della corsa rosa è nata una serie di iniziative comuni, tappa dopo tappa.

Il Giro d’Italia 2012 ha visto per la prima volta Autostrade per l’Italia e Telepass tra i suoi sponsor ufficiali.
Sfruttando la vetrina offerta dalla principale corsa ciclistica italiana, evento sportivo che conta oltre 12 milioni di spettatori, il Gruppo ha inteso promuovere la cultura della sicurezza stradale attraverso varie iniziative.


Traguardi volanti e impegno quotidiano

Autostrade per l’Italia – in stretta collaborazione con la Polizia Stradale – si impegna quotidianamente a garantire un livello di sicurezza sempre crescente lungo la rete, adottando innovazioni tecnologiche quali il Tutor e assicurando investimenti importanti (asfalto drenante).

Per testimoniare il lavoro svoltoquotidianamente, alla partenza di sei tappe del Giro d’Italia (Modena-Fano, Urbino-Porto S.Elpidio, Civitavecchia-Assisi, Savona-Cervere, Treviso-Alpe di Pampeago, Milano) Autostrade per l’Italia ha consegnato un riconoscimento ai funzionari della Polizia Stradale che si sono particolarmente distinti per atti eroici a tutela della sicurezza e dell’incolumità degli automobilisti.

Inoltre, in ogni tappa del Giro d’Italia è stato premiato il ciclista che, per primo, ha tagliato il Traguardo volante Autostrade per l’Italia. Alla fine della competizione, al concorrente che si è aggiudicato il maggior numero di traguardi volanti è stato consegnato il “Vaso Inferno”, un’opera realizzata dai detenuti di Rebibbia con una catena di bicicletta.


Autostrade per l’Italia porta i tifosi al traguardo, Telepass li premia

Come il Giro d’Italia, Autostrade per l’Italia unisce e valorizza i territori nel profondo rispetto dell’ambiente e delle comunità locali: una stretta collaborazione tra le due realtà è dunque stata naturale.

L’azienda ha dedicato un servizio speciale agli automobilisti per consentirgli di raggiungere le varie tappe del Giro. Sul sito della Gazzetta dello Sport, infatti, è stato possibile calcolare i percorsi più rapidi per raggiungere i punti di partenza e di arrivo delle varie tappe, grazie alle informazioni sul traffico in tempo reale. Infine, i visitatori dello stand di Autostrade per l’Italia e Telepass - all’interno del villaggio del Giro d’Italia – hanno potuto consultare Infoblutraffic, l’applicazione per smartphone con tutte le informazioni sulla viabilità in tempo reale.

Se Autostrade per l’Italia ha permesso agli appassionati di ciclismo di seguire la corsa sulla pagina Facebook “Autostrade per il Giro d’Italia”, dove un concorso fotografico offriva la possibilità di vincere un Ipad, da parte sua Telepass ha organizzato – tra i clienti che hanno acquistato un nuovo prodotto Telepass dal 5 al 27 maggio – il concorso "Telepass al Giro d'Italia", mettendo in palio una prestigiosa bicicletta sportiva “Pinarello” brandizzata Telepass.