Autostrade per l'Italia e le sue Controllate stanno realizzando un importante piano di investimenti per il potenziamento e l’ammodernamento della rete autostradale.

A1Modena - Bologna
Realizzazione della 4a corsia (32 Km)

Descrizione dell'opera

L'intervento è consistito nell'ampliamento da 3 a 4 corsie più la corsia di emergenza dei 32 km tra Modena Nord e Bologna, dove elevati livelli di traffico raggiungono punte giornaliere fino a 168.000 veicoli (con punte di circa 48.000 camion e pullman). Il tratto, infatti, rappresenta il punto di snodo delle due principali dorsali di collegamento tra il Nord (A1 e A22) e il Sud d'Italia (A1 e A14).

A seguito della condivisione delle scelte progettuali con gli Enti Territoriali è stata avviata la fase autorizzativa del progetto che si è conclusa con la Conferenza dei Servizi nel novembre 2002.

Il 23 dicembre 2005 è stata aperta al traffico la 4°corsia in direzione Nord con 8 mesi di anticipo rispetto ai tempi contrattuali.

Il 31 marzo 2006, in anticipo di circa 5 mesi sui tempi di progetto, è avvenuta la completa apertura al traffico della 4° corsia.

Durante tutta l'esecuzione dei lavori, con l'esclusione di alcune fasi necessarie al rifacimento della pavimentazione esistente, sono state mantenute aperte al traffico le 3 corsie per senso di marcia antecedenti l'inizio dei lavori.

Interventi in favore del territorio

Tali interventi, finanziati e progettati da Autostrade per l'Italia, riguardano la costruzione della Circonvallazione Nord-Sud a San Cesario sul Panaro, l'installazione di barriere antirumore per complessivi 15 km ed il prolungamento della Tangenziale di Modena, il cui progetto è oggi in autorizzazione da parte degli Enti.