Autostrade per Genova

Informazioni di Servizio per la Comunità Genovese
Nuovo Fondo per chi è stato colpito dalla tragedia

Un contributo economico ad hoc è stato erogato a partire dai primi giorni dopo la tragedia, ai cittadini indicati dal Comune, per far fronte alla risistemazione abitativa in altre zone della città. Tale contributo denominato nuovo Fondo per le vittime del Viadotto Polcevera e che rispondeva all'appello lanciato dal giovane Luigi Galvano sulla piattaforma Change.org, si è aggiunto al Fondo sociale di alcuni milioni di euro, finanziato da Autostrade per l'Italia e gestito dal Comune di Genova, destinato alle famiglie delle vittime, indipendentemente da eventuali indennizzi o risarcimenti futuri.

Punti di Contatto

In collaborazione con il Comune di Genova e la Regione Liguria, Autostrade per l'Italia ha allestito sin da subito due Punti di Contatto e un indirizzo mail dedicato , per raccogliere le richieste di prima necessità dei cittadini coinvolti nella tragedia del crollo del viadotto Polcevera e degli abitanti della zona sottostante il viadotto, che dovevano essere trasferiti in altre sistemazioni o che a causa della tragedia e delle sue conseguenze hanno dovuto affrontare spese urgenti non preventivate. Tale contributo è stato erogato tenendo conto della composizione del nucleo famigliare e delle eventuali particolari situazioni segnalate sai servizi sociali del Comune.

Modalita' di erogazione

I Punti di contatto presso il Centro Civico del Buranello e presso la Scuola Caffaro forniranno informazioni sulle modalità di erogazione del contributo, che tiene conto della composizione del nucleo famigliare e delle eventuali particolari situazioni segnalate dai servizi sociali del Comune.
Potranno rivolgersi qui anche le persone che a causa della tragedia e delle sue conseguenze, hanno dovuto affrontare spese urgenti non preventivate.