Homepage

Aree di lavoro / Sicurezza



Autostrade per l'Italia si posiziona ai primi posti in Europa tra i concessionari di costruzione e gestione di autostrade a pedaggio con una rete di circa 5.000 km in Italia, Brasile, Cile, India e Polonia.

Sicurezza

Raggiungere standard sempre più elevati di sicurezza stradale è l'obiettivo primario di Autostrade per l'Italia, da perseguire con il contributo di tutte le componenti del Gruppo. Il successo nella sfida della riduzione dei tassi di incidentalità e mortalità è uno dei principali indicatori dei nostri livelli di performance.

I risultati conseguiti dall'inizio della gestione della rete di Autostrade per l'Italia quanto a riduzione del tasso di incidentalità e della mortalità non sono casuali, ma il frutto di un approccio globale al tema della sicurezza. L'azione di contrasto ai fattori di rischio interessa tutti gli stakeholder e trova realizzazione tanto in innovazioni tecnologiche e infrastrutturali, quanto in iniziative di tipo culturale e pubblicitario.

  • l'attività di ricerca e sviluppo, che ha portato all'utilizzo diffuso di tecnologie come l'asfalto drenante e il tutor, fondamentali per migliorare il comfort del viaggio e diffondere il rispetto delle regole di guida.
  • Apertura del canale televisivo My way dedicato
    • 30 collegamenti di 2 minuti in onda tutti i giorni dalle 7.10 alle 21.40, ogni 30 minuti;
    • 20 dirette in onda settimanalmente su sky TG 24; (Nota la carta dei servizi parla di 2/giorno + quelli durante i weekend per un totale di 18)
    • Dirette straordinarie durante i periodi di festività, di esodo o di particolari criticità legate al traffico o eventi meteo;
    • Spazio dedicato al marketing territoriale "Sei in un paese Meraviglioso", a Telepass, e in generale ai temi della qualità del servizio.
  • l'ideazione e la realizzazione di campagne e progetti volti a diffondere le buone pratiche di guida e alla prevenzione dei rischi legati allo stato psico-fisico dei viaggiatori;
  • la costante attività di monitoraggio e valutazione dei livelli di servizio lungo la rete – spesso coinvolgendo le istituzioni locali e i clienti, come nella Consulta per la sicurezza e la qualità del servizio;
  • gli interventi volti al miglioramento della qualità del servizio e al potenziamento dell'infrastruttura autostradale (terze e quarte corsie, miglioramento delle aree di sosta, aree gioco per bambini);
  • la partecipazione a trasmissioni televisive e radiofoniche, convegni, manifestazioni ed eventi ad hoc con la finalità di diffondere nel grande pubblico la cultura della sicurezza stradale.

Oltre ai già citati risultati in termini di riduzione dei tassi di mortalità è importante ricordare:

  • La netta diminuzione degli incidenti nei Punti con Incidentalità Sopra la Media (PISM).
  • Miglioramento della fluidità lungo la rete: Dall'adozione nel 2006 dell'indice che misura le ore perse per congestione, Total Delay (TD), si registra un decremento dei TD pari a oltre il 50% per via degli investimenti realizzati e della maggiore efficienza gestionale.