Previsioni Meteo

Consulta le previsioni meteorologiche prima di metterti in viaggio!

Previsioni meteo per domenica 15

lunedì 16
fascia oraria:
Zoom  per altre informazioni clicca qui sotto clicca sotto    Stampa Stampa Vedi sulla stessa mappa: Traffico  Pedaggi  Servizi 
Legenda completa »

Legenda Meteo

  • Rete Autostrade per l'Italia
  • Sereno
  • Nuvoloso
  • Coperto
  • Pioggia
  • Rete Altre Concessionarie
  • Rovesci
  • Temporale
  • Neve
  • Nebbia
A cura dell'Aeronautica Militare Aeronautica militare

Nord

Nuvolosita' irregolare a tratti intensa sulle aree montuose fra Lombardia e triVeneto, su Valle d'Aosta e su Piemonte centro occidentale con rovesci sparsi ed isolati temporali; poco nuvoloso sulle restanti aree con annuvolamenti temporaneamente consistenti sulle aree appenniniche e sul resto della Lombardia associate a qualche locale piovasco che potra' estendersi alle aree di pianura dell'Emilia Romagna; in serata miglioramento sul triVeneto mentre rovesci e temporali insisteranno fra il Piemonte centro orientale e la Lombardia

Centro

Sereno o poco nuvoloso con temporanei annuvolamenti sulle aree interne, specie del versante Adriatico dove si potra' avere qualche debole rovescio limitatamente alle ore pomeridiane

Sud

Temperature

151200 dalle 12. 00/utc di oggi, domenica 15 luglio 2018, alle 6. 00/utc di domani, lunedi' 16 luglio 2018, sull'Italia si prevede nord: nuvolosita' irregolare a tratti intensa sulle aree montuose fra Lombardia e triVeneto, su Valle d'Aosta e su Piemonte centro occidentale con rovesci sparsi ed isolati temporali; poco nuvoloso sulle restanti aree con annuvolamenti temporaneamente consistenti sulle aree appenniniche e sul resto della Lombardia associate a qualche locale piovasco che potra' estendersi alle aree di pianura dell'Emilia Romagna; in serata miglioramento sul triVeneto mentre rovesci e temporali insisteranno fra il Piemonte centro orientale e la Lombardia. Centro e sardegna: sereno o poco nuvoloso con temporanei annuvolamenti sulle aree interne, specie del versante Adriatico dove si potra' avere qualche debole rovescio limitatamente alle ore pomeridiane. Sud e sicilia: cielo per lo piu' sereno con qualche banco di nubi basse sulle coste settentrionali e occidentali della Sicilia e aree tirreniche fra cilento e Calabria e isolati temporanei annuvolamenti sulle aree interne appenniniche. Temperature-minime in aumento sulle due isole maggiori; in lieve diminuzione sulle regioni occidentali peninsulari; senza notevoli variazioni altrove

Venti

Deboli di maestrale sulle due isole maggiori con rinforzi sulla Sicilia occidentale e meridionale; deboli di direzione variabile con brezze costiere sulle restanti regioni

Situazione in Europa

Lo scenario europeo continua ad essere caratterizzato da una vasta area depressionaria che si estende su gran parte dei settori centrale ed orientale del continente e che ostacola l'espansione di una area anticiclonica, limitata al vicino atlantico, all'area compresa tra le isole britanniche e la scandinavia ed al settore Mediterraneo, dove domina il promontorio africano. In seno alla depressione una serie di minimi restano per lo piu' stazionari nella propria localizzazione interessando l'area portoghese, gran parte dell'Europa centrale e poi il settore orientale. In particolare, in prossimita' dell'arco alpino si instaura una zona di separazione di masse d'aria tra la decisa avvezione calda di matrice africana e l'aria fresca richiamata dalla circolazione ciclonica sul centro Europa. Per fine scadenza situazione per lo piu' stazionaria con il marcato contrasto tra l'area anticiclonica mediterranea e quella ciclonica a latitudini piu' settentrionali eccezion fatta per un inizio di progressione verso levante del minimo iberico che tende a modificare il flusso zonale facendogli assumere una componente piu' marcatamente sudoccidentale. Piu' a nord un minimo islandese si approssima alle isole britanniche. A d+1 prosegue la progressione del minimo iberico, ormai sul Mediterraneo occidentale e diretto verso l'area italiana. Conseguentemente, la campana anticiclonica presente sul Mediterraneo subisce una erosione sul bordo settentrionale dove si inseriscono infiltrazioni di aria piu' fredde. Il minimo islandese risale leggermente di latitudine, influenzano solo il settore centrosettentrionale inglese. A d+2 la debole flessione del geopotenziale sopramenzionata trasla verso l'area balcanica, dove viene assorbita dal minimo sempre presente sul settore orientale europeo; sull'area del Mediterraneo occidentale si assiste quindi ad una nuova ripresa del geopotenziale. Contestualmente il minimo nord atlantico si approfondisce nuovamente in senso meridiano con un asse che transitera' in giornata sulle isole britanniche, per poi portarsi sul mare del nord, fino ai paesi bassi

Situazione in Italia

Persiste l'avvezione calda dovuta alla persistenza del robusto promontorio africano sull'area centromeridionale del paese e modeste infiltrazioni di aria piu' fresca al nord che innescano fenomeni di instabilita' in particolare a ridosso dei rilievi; verso fine giornata, un lieve abbassamento dell'area baroclina verso le regioni centrali, permettera' una influenza lievemente piu' ampia delle infiltrazioni fresche in quota, con una maggiore instabilita', localmente anche sulle aree pianeggianti settentrionali. A d+1 l'approssimarsi del minimo iberico al settore occidentale italiano provoca un deciso cambio delle condizioni del tempo con aria fredda in arrivo che innesca estesi fenomeni da instabilita' che si manifesteranno anche in modo intenso sulle regioni settentrionali. A d+2 la debole flessione del geopotenziale interessa nella prima parte della giornata il settore meridionale Adriatico per poi traslare velocemente verso levante; al suo seguito si ha una nuova ripresa del campo seppur con deboli infiltrazioni fresche al centro-nord, richiamate dal minimo stanziante sull'Europa orientale

Evoluzione

domenica 15: Deboli fenomeni convettivi su arco alpino e dorsale appenninica in locale sconfinamento pomeridiano verso le aree pianeggianti settentrionali; in serata cessa la fenomenologia sull'Appennino, mentre rovesci e temporali diffusi interesseranno Piemonte centrosettentrionale e Lombardia

lunedì 16: Giornata all'insegna del maltempo al settentrione con precipitazioni convettive da sparse a diffuse, anche intense su tutta l'area della pianura, specie di Piemonte, Lombardia e Veneto. Graduale e deciso miglioramento in serata a partire dai settori piu' occidentali. Precipitazioni decisamente piu' deboli ed isolate al centro, ma con ulteriore peggioramento serale con frequenti fenomeni temporaleschi su Toscana, alto Lazio, Umbria e Marche. Al sud iniziali condizioni di tempo stabile e soleggiato in attesa di un peggioramento serale dalla Campania con deboli fenomeni anche a carattere di rovescio o temporale sul settore settentrionale della regione. Ventilazione forte dai quadranti meridionali su Sardegna, Toscana centromeridionale, Lazio, rilievi marchigiani ed Abruzzo, in attenuazione dalla tarda serata. Temperature massime oltre i 36°-38 gradi centigradi sul settore orientale siciliano

martedì 17: Residue, deboli precipitazioni sulle regioni centrali peninsulari, in attenuazione dal pomeriggio; rovesci e temporali, sparsi sempre di debole intensita' anche al meridione e sulla Sicilia settentrionale, in assorbimento serale, eccezion fatta per l'area nordorientale siciliana e per il settore tirrenico calabrese dove i fenomeni si attarderanno anche nelle ore notturne; ventilazione sostenuta nord-occidentale al centro-sud, con valori di attenzione su Sardegna, Calabria e Sicilia

Tendenza

mercoledì 18: Ancora deboli rovesci e qualche temporali sulla Calabria tirrenica centromeridionale, ma in riduzione dalle ore serali; altrove si ripristinano le condizioni di stabilita' con cielo in prevalenza poco nuvoloso, salvo temporanei addensamenti pomeridiani con sviluppo di debolissimi rovesci pomeridiani sulle aree piu' interne e su quelle a ridosso dei rilievi montuosi

giovedì 19: Persistono condizioni di bel tempo, seppur con il consueto aumento della nuvolosita' cumuliforme tra tarda mattinata e pomeriggio su arco alpino e dorsale appenninica, con associati rovesci o locali temporali sempre di intensita' molto debole; attese innocue velature dalla seconda parte della giornata al nord-ovest